Home #EBU La conferenza dei vincitori di stasera

La conferenza dei vincitori di stasera

0
SHARE
Archiviata anche la seconda semifinale, raccogliamo la soddisfazione dei dieci paesi passati alla finale di sabato.
Il primo è la Lituania, Monika e Vaidas, sono entusiasti, chiedono loro del bacio che si scambiano sul palcoscenico e rispondono che è un messaggio sociale per tutta l’Europa.
Molto toccante ascoltare la soddisfazione di Monika Kuszynska per la Polonia, che dice di sentirsi già vincitrice perché ha ritrovato la sua vita. Le chiedono se l’incidente che la costringe su una sedia a rotelle l’abbia resa migliore come artista e lei risponde che sicuramente l’ha resa più profonda perché ora ha un messaggio da dare: guardare sempre il lato positivo delle cose.
Gli sloveni Maraaya sperano di continuare a emozionare anche in finale, e a chi chiede se l’esibizione di Marjetka fosse troppo statica, lei risponde di essersi sentita perfettamente a suo agio.
A Mans Zermerlow,grande favorito per la vittoria finale, viene proprio chiesto quali sono gli ultimi ostacoli da affrontare per arrivare alla vittoria e lui diplomaticamente risponde che quest’anno ci sono molte belle canzoni e tutte sono ancora in gioco. Poi per la sue “Heroes” si parla di possibile plagio di “Lovers on the sun” di David Guetta, ma lui ribatte che è solo una somiglianza.
La Norvegia convince tutti con “A monster like me”, e la nostra presidente chiede a Morland, che ne è anche l’autore, di spiegare il passaggio del testo in cui si parla di un terribile segreto: quale orribile colpa può far diventare un uomo un mostro? Lui risponde semplicemente che il testo invita ad accettare le persone senza guardare il loro passato.
Grande gioia anche per il Montenegro, che passa per il secondo anno consecutivo in finale. Knez dedica la performance a suo padre scomparso, dice di non essersi mai sentito meglio e che ha sentito il padre al suo fianco.
Cipro è una delle sosprese di questa sera, John manda un messaggio ai ciprioti che l’hanno votato in Australia e in Europa. Poi su quale delle canzoni eliminate avrebbe voluto vedere in finale non ha saputo rispondere, perché gli dispiace per tutti.
A Elnur viene chiesto di esprimere le proprie sensazioni cantando ma preferisce rispamiare la voce, ringraziando tutti quelli che l’hanno supportato.
Aminata ha risportato la Lettonia in finale dopo sette anni, le chiedono se il suo primo album rispecchia lo stile di “Love injected” ma lei dichiara che nell’album c’è un po’ di tutto. Ha sentito una grande energia dal pubblico.
Vero tripudio per Israele, Nadav Guedj è molto felice e ringrazia tutto il gruppo. Alla domanda se la sua canzone illuminerà i cuori dell’Europa lui non può che rispondere di sperarlo.