Home 2016 Sanremo 2016 – I cantanti in gara: Elio e Le Storie Tese

Sanremo 2016 – I cantanti in gara: Elio e Le Storie Tese

0
SHARE

 

Il ventesimo e ultimo cantante che presentiamo è un gruppo, gli Elio e Le Storie Tese. Stravaganti al massimo, farebbero sicuramente parlare di sé in quel di Stoccolma. Non osiamo pensare come si presenterebbero al red carpet durante la cerimonia di apertura della settimana eurovisiva!
Come da regolamento, uno di questi cantanti, presumibilmente il vincitore, avrà la possibilità di rappresentare l’Italia alla 61° edizione dell’Eurovision Song Contest 2016.
Gli Elio e Le Storie Tese nascono ufficialmente nel 1979 al Liceo Scientifico “Einstein” di Milano da un’iniziativa di Stefano Belisari che compone la sua prima canzone dal titolo “Elio” che diventa il suo nome d’arte e ispira anche quello del gruppo.
Nel 1982 organizzano i loro primi concerti presentando cover di canzoni di gruppi come i Ramones e gli Steve Miller Band. Nel frattempo scrivono le loro prime canzoni in uno stile demenziale che diventerà il loro biglietto da visita. Titoli come “Cassonetto differenziato per il frutto del peccato”, “Pork e Cincy” o “Sei pelosa, sei scontrosa” non lasciano di certo spazio all’immaginazione.

 

Dal 1984 pubblicano i primi lavori su cassette bootleg. Si tratta di registrazioni dei loro concerti che trovano un’ampia diffusione soprattutto fra i giovani lombardi e del Nord Italia.
Nel 1988 uno di questi bootleg finisce nelle mani del produttore Claudio Dentes che gli permette di incidere il loro primo album ufficiale dal titolo “Elio samaga hukapan kariyana turu”. Pubblicato  nel 1989, contiene moltissimi brani scritti dalla band fin dal loro esordio.
Dopo alcuni problemi di censura per avere inciso versioni un po’ troppo modificate di varie canzoni italiane, il gruppo conosce il primo successo di pubblico con il singolo “Pipppero” che resta per qualche settimana al primo posto nella classifica dei singoli più venduti.
Con l’occasione venne pubblicato il nuovo album “Italyan, rum casusu çikti” che contiene anche altre canzoni diventante famose come “Servi della gleba”, “Essere una donna” e “Il vitello dai piedi di balsa”.
Nel 1992 esce anche una video cassetta con una specie di biografia del gruppo intitolata “Chi ha incastrato Elio e Le Storie Tese?”.
Nel 1993 è la volta di “Esco dal mio corpo e ho molta paura (Gli inediti 1979-1986)”, una raccolta di
inediti della quale fa parte anche “Amico uligano” sigla del programma televisivo “Mai dire gol” della Gialappa’s.
Nel 1994 continua la collaborazione con la Gialappa’s a “Mai dire mondiali” e ne incidono anche la sigla “Nessuno allo stadio”.
Nel 1996 partecipano al loro primo Festival di Sanremo con la canzone “La terra dei cachi” che si classifica al secondo posto e ottiene un successo strepitoso. Il brano fu inciso anche in una speciale versione con l’Orchestra Raoul Casadei.
Esce l’album “Eat the phikis” che viene certificato disco di platino e dal quale vengono estratti anche i singoli “Mio cuggino” e “T.V.U.M.D.B.”.
Nel 1997 esce la prima raccolta dei loro successi “Del meglio del nostro meglio vol. 1” che contiene anche diversi inediti e diventano attori nel film “Rocco e le Storie Tese” di Rocco Siffredi. Ovviamente il gruppo non prende parte alle scene hard ma si limita a fare da comparsa nel corso della commedia.
Nel 1998, dopo un album promozionale per il mercato statunitense “E.L.I.O. – The artist formerly
known as Elio e Le Storie Tese”, pubblicano “Peerla”.
Nel Dicembre 1998, durante un concerto, muore uno dei membri del gruppo Feiez, vero nome Paolo Panigada, a soli 36 anni per un’emorragia cerebrale.
Nonostante il lutto, nel 1999 la band pubblica “Craccracriccrecr” e a fine anno vengono premiati con il “Best Italian Act” agli “European Music Awards” di MTV.
Lo stesso anno curano la colonna sonora del film “Tutti gli uomini del deficiente” prodotta dalla Gialappa’s.
Nel 2000 esce il singolo “La gente vuole il gol” in occasione degli Europei di calcio mentre, sempre in
tema calcistico, nel 2002 Elio scrive l’inno ufficiale dell’Inter “C’è solo l’Inter”.
Nel 2001 arriva anche il primo album live ufficiale “Made in Japan – Live at Parco Capello”.
Nel 2003 è la volta di “Cicciput” che riporta il gruppo al successo commerciale grazie anche ai singoli “Shpalman” e “Fossi figo”.
Nel 2004 iniziano la serie dei “CD brulé”. In sintesi, la prima ora dei loro concerti viene subito registrata e masterizzata per essere venduta all’uscita con il titolo di “Ho fatto due etti e mezzo, lascio?”. L’iniziativa poi prende forma in un nuovo album dal titolo “Il meglio di – Ho fatto due etti e mezzo, lascio?”. La serie continua nel 2005 con il titolo di “Grazie per la splendida serata” e nel 2006 con “Qualità oro”. Alcune serate escono anche in DVD.
Nel 2006 esce il singolo “Valzer transgenico” e riadattano in italiano la colonna sonora del film di animazione danese “Terkel in trouble”.
Nel 2008 pubblicano l’album “Studentessi” anticipato dal singolo “Parco Sempione” e conducono il Dopo Festival di Sanremo.
Nel 2009 il singolo “Storia di un bellimbusto” anticipa l’album “Gattini”, una raccolta con i successi del gruppo rivisitati in chiave orchestrale.
Nel 2010 Elio entra a far parte del talent show “X Factor” come giudice assieme a Mara Maionchi, Anna Tatangelo ed Enrico Ruggeri (Eurovision 1993). Ruolo che ricoprirà per ben 5 edizioni, l’ultima nel 2015.
Nel 2011 cantano la canzone dei titoli di coda “Pensiero stupesce” del film “Boris – Il film” di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo.
Nel 2013 sono a Sanremo con due canzoni, come previsto dal regolamento, “Dannati forever” e “La canzone mononota” che si classifica seconda. Con l’occasione esce l’album”L’album biango”.
Nel 2015 esce la raccolta “Dei megli dei nostri megli” composta da 3 CD e 1 DVD.
  • La band attuale è formata da:
    Stefano Belisari “Elio” (1961), voce, chitarra e flauto traverso,
  • Nicola Fasani “Faso” (1965), basso elettronico,
  • Davide Luca Civaschi “Cesareo” (1962), chitarra,
  • Sergio Conforti “Rocco Tanica” (1964), tastiere, Antonello Aguzzi “Jantoman” (1959), tastiere e
    chitarra,
  • Christian Meyer “Meyer” (1963), batteria.

Rocco Tanica non sarà presente sul palco dell’Ariston in quanto figura fra gli autori del festival.

Ovviamente nell’articolo abbiamo fatto un riassunto della carriera degli Elio e Le Storie Tese dando importanza alle loro partecipazioni a Sanremo e alla loro discografia principale.
Il prossimo importante passo sarà quindi il Festival di Sanremo 2016 dove gli Elio e Le Storie Tese canteranno il brano “Vincere l’odio”.
Ricordiamo che il Festival di Sanremo si svolgerà dal 9 al 13 Febbraio 2016.