Home #ESC2017 Sanremo 2017: le nostre pagelle…pensando a Kiev!

Sanremo 2017: le nostre pagelle…pensando a Kiev!

0
SHARE

Anche quest’anno abbiamo ascoltato le canzoni in gara al Festival di Sanremo nell’anteprima riservata alla stampa.

22 i Big in gara, queste le nostre pagelle pensando in particolare al loro potenziale per l’Eurovision Song Contest. Ricordiamo infatti che il vincitore del Festival avrà il diritto di rappresentare l’Italia a Kiev nella finale dell’Eurovision del prossimo 13 maggio.

Eccole presentate in ordine alfabetico degli interpreti, suddivise come lo saranno nelle prime due serate di martedì e mercoledì:

Prima serata:

  • Al Bano “Di rose e di spine” – parte piano per poi salire ed esplodere come solo lui sa fare, melodia italiana fin troppo tradizionale 6,5
  • Alessio Bernabei “Nel mezzo di un applauso” – dance orecchiabile, trascina il pubblico all’applauso che fa parte del titolo, un ritmo che può piacere 7
  • Clementino “Ragazzi fuori” –  hip hop italiano/napoletano godibile e melodico 6,5
  • Lodovica Comello “Il cielo non mi basta” – pop facile la voce non basta a salvarlo 6
  • Elodie “Tutta colpa mia” – si sente la firma di Emma in questa ballata intensa, potrebbe essere una sorpresa 7
  • Giusy Ferreri “Fa talmente male” – pop dance come nei suoi ultimi lavori, ritmo incalzante che potrebbe piacere anche in Europa 7,5
  • Fiorella Mannoia “Che sia benedetta” – la migliore del lotto, una poesia alla vita interpretata magistralmente come sempre, manca l’appeal per il pubblico internazionale 7,5
  • Ermal Meta “Vietato morire”   pezzo interessante per testo e musica, ritmo incalzante 7
  • Fabrizio Moro “Portami via” ballata di grande respiro, ottima esecuzione 7
  • Ron “L’ottava meraviglia” una poesia nel suo stile migliore, melodia sanremese 6,5
  • Samuel “Vedrai” elettro-pop radiofonico che funzionerebbe anche all’estero 7

Seconda serata:

  • Bianca Atzei “Ora esisti solo tu” ballata firmata Modà troppo simile a pezzi già sentiti, gran finale 6,5
  • Michele Bravi “Il diario degli errori” ballata confidenziale, ottima interpretazione 6,5
  • Chiara “Nessun posto è casa mia” – ballata d’atmosfera sorretta dalla gran voce dell’interprete 7
  • Gigi D’Alessio “La prima stella” poesia alla mamma che non c’è più, melodia classica di D’Alessio 6
  • Francesco Gabbani “Occidentali’s Karma”   disco-pop radiofonico e trascinante, ti entra dentro al primo ascolto, come la scimmia sul palco 8
  • Marco Masini “Spostato di un secondo” comincia con una parte parlata, poi esplode nel ritornello su una base moderna, farà molto bene 7,5
  • Nesli e Alice Paba “Do retta a te”   duetto sanremese tra due voci che non si incontrano 6
  • Raige e Giulia Luzi “Togliamoci la voglia”   bel ritmo lui rappa ma canta anche con lei nel ritornello, trasmettono complicità 6,5
  • Sergio Sylvestre “Con te” ballata soul per una voce magnifica, sorretta da un coro gospel nel finale, la migliore scelta possibile per Kiev 8,5
  • Paola Turci “Fatti bella per te” pop rock godibile 6,5
  • Michele Zarrillo “Mani nelle mani” melodia sanremese e gran voce 6,5