Home #ESC2017 Eurovision 2017: l’Italia e i suoi “Magnifici 6”

Eurovision 2017: l’Italia e i suoi “Magnifici 6”

0
SHARE

Si va via via delineando la partecipazione italiana al prossimo Eurovision Song Contest 2017 che si svolgerà a Kiev, Ucraina, dal 9 al 13 Maggio.

Sul fatto che Francesco Gabbani portasse con sè il gorilla sul palco dell’International Exhibition Centre non vi era nessun dubbio. Filippo Ranaldi, il gorilla, sarà al fianco del cantante nella finale di Sabato 13 Maggio.

Filippo Ranaldi, è un ballerino professionista e coreografo. Ha collaborato con molti artisti italiani come Laura Pausini e Gigi D’Alessio ed ha curato le coreografie di molti spettacoli fra i quali X-Factor e Italia’s Got Talent. Ha lavorato al fianco di Luca Tommassini, il noto coreografo.

Di oggi invece è la notizia, data in anteprima da Eurofestival News, che Francesco e Filippo saranno accompagnati da quattro coristi: Filippo Gabbani, Dariele Sari, Nausicaa Magarini e Chanty.

Filippo Gabbani, fratello minore di Francesco, è un batterista ed è fra gli autori del brano “Occidentali’s karma”. Ha fondato la band 99DaysBefore, diventata poi Seeside, e dal 2012 collabora con il fratello come autore e corista. Filippo è presente anche nel video di “Occidentali’s karma” in qualità di batterista per l’appunto. Ha vissuto a Barcellona per alcuni anni.

Daniele Sari, cantante e musicista del gruppo Dan E I Suoi Fratelli specializzato in cover di successi Anni ’50. Ha partecipato a Italia’s Got Talent 2013.

Nausicaa Magarini, ha partecipato ad Area Sanremo nel 2012 ed a The Voice Of Italy nel 2013. Nel suo curriculum anche un tour europeo con Milva ed alcune apparizioni a Che Tempo Che Fa, il programma di Fabio Fazio.

Chanty, 24 anni, vero nome Chantal Saroldi, di origini tanzanesi, ha partecipato a Star Academy nel 2011, Area Sanremo nel 2014 e Sanremo Giovani nel 2015 con la canzone “Ritornerai”. Ha studiato Jazz al Conservatorio di Cuneo ed ha partecipato a vari concorsi musicali Jazz in tutta Italia.

Non ci resta che attendere per vederli all’opera sul palco dell’Eurovision!

Good luck!