Home #nonsoloESC Addio a Joy Fleming, la voce che costruiva ponti d’amore

Addio a Joy Fleming, la voce che costruiva ponti d’amore

0
SHARE

Scioccante, improvvisa, la scomparsa di Joy Fleming, la scorsa notte, a 73 anni, ha colpito gli eurofans di tutto il mondo, che ancora la ricordano per la sua partecipazione, nel 1975, quale rappresentante della Germania, con “Ein Lied kann eine Brücke sein” (“Una canzone può essere un ponte”, tradotta in inglese come “Bridge of love”).

Stupenda e potente voce jazz e blues, si chiamava in realtà Erna Raad e aveva iniziato la sua carriera a soli sedici anni. Il pubblico ha continuato a seguirla per lunghi anni di grande popolarità, tanto che le è stata conferito il titolo di Dama dell’Ordine al Merito dello Stato di Baden-Württemberg.

Fu forse la prima, anticipando di molti anni lo slogan di Vienna 2015, a pensare alle canzoni come a ponti fra i Paesi e i Popoli. La sua entry eurovisiva, pur non ottenendo un grande risultato in gara (diciassettesimo posto), divenne una hit internazionale, ed è ancora oggi ricordata in molti Paesi, e soprattutto fra gli eurofans.

OGAE Italy si unisce al dolore della famiglia e degli amici di Joy Fleming, e la ricorda ancora una volta con la sua energica, trascinante esibizione eurovisiva.