Home #nonsoloESC I Paesi Bassi perdono Anneke Grönloh: cantò per loro a Copenhagen nel...

I Paesi Bassi perdono Anneke Grönloh: cantò per loro a Copenhagen nel 1964

0
SHARE

Se n’è andata ieri a 76 anni: veramente troppo presto. Si chiamava Anneke Grönloh e aveva rappresentato i Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest del 1964, a Copenhagen: quello che ha visto la prima vittoria italiana, con la nostra Gigliola Cinquetti.

Anneke era nata nell’attuale Indonesia, che all’epoca si chiamava “Indie Orientali Olandesi”, ma cresciuta a Eindhoven. La sua carriera era iniziata nel 1959 con la vittoria in un vero e proprio talent show “ante litteram”, “Cabaret der onbekenden”. Da allora, il suo successo in patria è stato tale che, nel 2000, è stata dichiarata “Cantante del secolo” sulla base delle vendite del suo primo LP (1964), e che il suo ritiro dalle scene è avvenuto soltanto un anno fa.

Anneke accettò la proposta di rappresentare i Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest contro il parere del suo stesso manager, che temeva che un eventuale brutto risultato avrebbe potuto danneggiare la sua carriera. In effetti, Anneke si piazzò solamente decima, con due punti: tuttavia, il manager non fu profetico. In seguito, ci fu un altro tentativo di entrare in gara, ma senza risultato.

A Copenhagen Anneke presentò “Jij bent mijn leven” (“Tu sei la mia vita”), un classico brano da primi anni Sessanta, divertente e moderatamente scatenato, da signorina di buona famiglia. E proprio con questo brano vogliamo ricordarla, unendoci al dolore dei suoi cari. Ascoltiamo ancora una volta Anneke.