Home 2019 Sanremo 2019: Zen Circus in gara con “L’amore è una dittatura”

Sanremo 2019: Zen Circus in gara con “L’amore è una dittatura”

0
SHARE

Oggi vi presentiamo un gruppo al suo debutto sul palco dell’Ariston: Zen Circus.

  • Cantante: Zen Circus
  • Canzone: L’amore è una dittatura
  • Autori: Andrea Appino, Massimiliano Schiavelli, Karim Qqru, Francesco Pellegrini

Gli Zen Circus, o The Zen Circus, vengono fondati a Pisa nel 1994 da Andrea Appino e da Marcello Bruzzi con il nome The Zen.

Dopo varie esperienze live, nel 1998 pubblicano il loro primo album autoprodotto dal titolo “About thieves, farmers, tramps and policemen” e creano la loro personale etichetta discografica Iceforeveryone Records.

Della formazione fanno parte anche Emiliano Valente e Andrea Picchetti che però abbandonano il gruppo nel 2000 e vengono sostituiti da Massimiliano Schiavelli; il gruppo cambia il nome in The Zen Circus.

Nello stesso anno vincono le selezioni regionali per l’Arezzzo Wave e partecipano al tour Arezzo Wave On The Rocks.

Nel 2001 esce l’album “Visited by the ghost of Blind Willie Lemon Juice Namington IV“.

Nel 2003 il fondatore Marcello Bruzzi lascia la band e viene sostituito da Karim Qqru.

Con la nuova etichetta discografica Le Parc Music, nel 2004 la band pubblica l’album “Doctor Seduction” nel quale collaborano con i Perturbazione. L’album viene accolto positivamente dalla critica e dal pubblico e il tour è un buon successo.

Nel 2005 incidono “Vita e opinioni di Nello Scarpellini, gentiluomo” dove per la prima volta cantano alcune canzoni in italiano.

L’anno seguente festeggiano il decimo anniversario dalla fondazione del gruppo con un mega concerto al Metarock Club di Pisa.

Nel 2008 grazie al ruolo di supporter per il gruppo statunitense Violent Femmes, il bassista della band Brian Ritchie decide di produrre il prossimo album della band dal titolo “Villa Inferno” dal quale viene estratto il loro primo singolo di successo “Figlio di pu**ana“.

Nel 2009 è la volta dell’album tutto in italiano “Andate tutti affanculo” che viene premiato come uno dei migliori dell’anno.

Collaborano nella realizzazione del disco “Vamp” di Nada, che a sua volta partecipa in “Andate tutti affanculo”, e con gli Afterhours di Manuel Agnelli in “Il paese è reale”.

Nel 2010 vincono il Premio P.I.M.I come Miglior tour con circa 110 date.

Nel 2011 pubblicano l’album “Nati per subire” che debutta al 31° posto nella classifica degli album più venduti e nel quale collaborano fra gli altri con i Il Pan Del Diavolo e I Ministri.

L’anno seguente è la volta del primo di quattro EP punk intitolato “Metal arcade vol. 1“.

Nel 2014 incidono l’album “Canzoni contro natura” che raggiunge il 9° posto nella classifica degli album più venduti dopo avere conquistato la prima posizione su iTunes.

Nel 2016 ancora un album di inediti dal titolo “La terza guerra mondiale” che entra direttamente al 6° posto della classifica degli album più venduti. A fine anno entra a far parte del gruppo Francesco Pellegrini.

Nel 2018 il nuovo album si intitola “Il fuoco in una stanza” che conquista il 7° posto nella classifica degli album più venduti e il primo nella sezioni vinili.

Oltre ad essere il leader del gruppo, Andrea Appino ha inciso anche due album da solista, “Il testamento” nel 2013 e “Grande raccordo animale” nel 2015, e prodotto alcuni gruppi come i Criminal Jokers (Motta), i Fast Animals & Slow Kids e collaborato con Marina Rei, Il Teatro degli Orrori, A Toys Orchestra e Nada.

Anche Karim Qqru nel 2013 pubblica un album come solista con il titolo “Morte a credito” e prodotto varie band come i La Notte, i Progetto Panico e i Cara Calma.

Partecipazioni al Festival di Sanremo:

  • 2019: “L’amore è una dittatura”

 

Come da regolamento, al vincitore del Festival di Sanremo verrà data la possibilità di rappresentare l’Italia al prossimo Eurovision Song Contest che si svolgerà a Tel Aviv dal 14 al 18 Maggio.

Nel caso rifiutasse, la RAI si riserverà il diritto di scegliere l’artista secondo il proprio criterio.