Home #ESC2019 Eurovision 2019: ZENA rappresenterà la Bielorussia con “Like it”

Eurovision 2019: ZENA rappresenterà la Bielorussia con “Like it”

0
SHARE

ZENA rappresenterà la Bielorussia a Tel Aviv in occasione del prossimo Eurovision Song Contest che si svolgerà dal 14 al 18 Maggio a Tel Aviv.

ZENA canterà “Like it” scritta da Yuliya Kireeva e Victor Drobysh autore della canzone russa “Party for everybody” per l’Eurovision 2012.

Zinayda Aleksandrovna Koupriyanovich, classe 2002, ha vinto il New Wave Children di Sochi nel 2013 e il Slavinsky Bazar 2014.

Ha partecipato alla selezione nazionale per lo Junior Eurovision nel 2015 e nel 2016 e lo ha presentato lo scorso anno.

Il suo primo album è datato 2017.

 

Nacyjanaĺny Adboračny Tur Konkursu Piesni Jeŭrabačannie 2019

La penultima finale nazionale per decretare il rappresentante eurovisivo all’Eurovision 2019 è quella della Bielorussia che in diretta dallo BTRC Studio 600 Metrov di Minsk ci presenta 10 artisti in gara giudicati solamente da una giuria di esperti che esprimono subito il loro voto.

Presentano come di consueto Teo (Eurovision 2014) e Olga Ryzhikova.

Michael Soul “Humanize”: iniziamo con una ballata elettronica a sfondo sociale interpretata in modo piuttosto originale dal cantante. Il ritornello è ad ampio respiro e molto convincente il che sarebbe sicuramente un ottimo biglietto da visita per la Bielorussia. Voto della giuria 59/7

ZENA “Like it”: la seconda canzone in gara è un pop dance piuttosto ordinario che lascia un po’ perplessi ma a quanto pare piace molto alla giuria. Voto della giuria 69/70

Eva Kogan “Run”: procediamo con una ballata dal ritmo un po’ retró ma piacevole all’ascolto. Voto della giuria 54/70

BLGN feat. Mirex “Champion”: soul a tutto spiano per la calda e sicura voce di Mirex che sicuramente si pone fra i favoriti per la vittoria. Ma la giuria sceglierà per il secondo anno consecutivo un cantante non bielorusso dopo l’esperienza di Alekseev lo scorso anno? Voto della giuria 65/70

Sebastian Roos “Never getting close”: ed ecco lo svedese del gruppo che ci propone una classica ballata da Melodifestivalen. Sicuramente molto orecchiabile e un po’ vintage ma vale lo stesso discorso dell’artista precedente. Voto della giuria 62/70

Alyona Gorbachyova “Can we dream”: altra ballata ma dal ritmo un po’ più sostenuto. Qui la differenza la fa la gran voce della cantante. Voto della giuria 59/70

PROvokatsiya “Running away from the Sun”: reggae in salsa mediorientale con un lalala piuttosto contagioso. Chissà se la giuria apprezzerà? Voto della giuria 55/70

Aura “Čaravala”: una piccola perla in mezzo a tanto inglese. La canzone ha tutte le caratteristiche per rappresentare la Bielorussia nel modo più egregio con un ritmo e suoni tradizionali e cantata in bielorusso. La cantante sa il fatto suo ed è sicuramente quella con più esperienza sul palcoscenico. Sarebbe veramente un peccato se se la facessero scappare. Voto della giuria 55/70

NAPOLI “Let it go”: NAPOLI ci prova per l’ennesima volta ma quest’anno il suo brano non sembra decollare mai. Voto della giuria 58/70

KeyCi “No love lost”: l’ultima canzone in gara è una ballata elettronica ben arrangiata e con un ritmo accattivante. Voto della giuria 59/70

La giuria ha deciso che a rappresentare la Bielorussia sarà… ZENA!