Home #ESC2020 Eurovision 2020: potremo conoscere il nome del rappresentante italiano senza attendere la...

Eurovision 2020: potremo conoscere il nome del rappresentante italiano senza attendere la conferma del vincitore del Festival di Sanremo

0
SHARE

Grazie all’enorme successo di Mahmood all’ultimo Eurovision Song Contest, il ruolo di rappresentante italiano in qualità di vincitore del Festival di Sanremo si sta facendo sempre più serio!

Non che fino ad ora non lo fosse, ma sicuramente da quest’anno il suddetto ruolo verrà messo più a fuoco.

Infatti nel nuovo regolamento di Sanremo 2020 pubblicato in giornata c’è una specifica regola sull’Eurovision che recita:

  • L’Artista vincitore del 70° Festival della Canzone Italiana (sezione CAMPIONI) parteciperà, in rappresentanza dell’Italia, all’edizione 2020 dell’Eurovision Song Contest, su richiesta di RAI.
  • Gli artisti interessati all’eventuale partecipazione alla manifestazione e le rispettive Case Discografiche saranno tuttavia tenuti a consegnare preventivamente a RAI – nei tempi da quest’ultima indicati e comunque non oltre la data della Prima Serata del Festival – il modulo di accettazione alla partecipazione all’Eurovision Song Contest 2020 (fornito dall’Organizzazione del Festival) debitamente compilato.
  • Nel caso che l’Artista vincitore del Festival non consegni il modulo nei tempi indicati, RAI si riserva il diritto di scegliere l’Artista che la rappresenterà all’Eurovision Song Contest secondo propri criteri, senza che il suddetto Artista vincitore abbia nulla a pretendere.

Di conseguenza non succederà più come, ad esempio lo scorso anno, quando Mahmood, durante la conferenza stampa, alla canonica domanda “Vuoi tu rappresentare l’Italia all’Eurovision?” rispose “Sì… hai voglia!” ma poi prima di confermare definitivamente si prese qualche giorno per capire di che cosa si trattasse ed accettare.

D’altro canto se Sanremo viene usato come selezione nazionale è giusto che la medesima sera della finale si venga a conoscenza del rappresentante stesso anche perché moltissimi siti e blog di tutta Europa seguono il Festival proprio per questo motivo.

Questo è un enorme passo avanti nella gestione dell’Eurovision da parte della RAI, del direttore artistico Amadeus e del nostro amato capo delegazione Dott. Nicola Caligiore al quale va ancora una volta la nostra più grande stima e gratitudine!