Home #nonsoloESC Paula Seling, che sorpresa: ospite d’onore alla festa rumena di Prato

Paula Seling, che sorpresa: ospite d’onore alla festa rumena di Prato

0
SHARE

Avete presente quelle grigie settimane di novembre in cui pare che niente di notevole debba accadere in un raggio di diversi chilometri, e poi, improvvisamente, vi trovate qualcosa di inaspettato a due passi da casa?

Ecco, questa è stata Domenica scorsa, 10 Novembre, per gli eurofans di Prato e del circondario, che solamente pochi giorni prima erano venuti a sapere della festa tradizionale rumena in programma al Circolo Arci “Bruno Cherubini”.

Festa di particolare interesse per gli eurofans, in quanto ospite d’onore è stata la bellissima, bravissima e dolcissima Paula Seling, famosa, oltre che per le sue due entries eurovisive in coppia con Ovi (“Playing with fire” e “Miracle”), anche per un duetto con il nostro Al Bano.

Lascerei la parola a Virginia Zazzeri, nostra neoiscritta, che ci ha inviato i bellissimi pensieri che l’incontro con Paula le ha ispirato, e che ha documentato per noi la sua esibizione.

“C’è una vecchia casa del popolo, in una stretta stradina… si salgono delle scale a chiocciola e ci si ritrova in una sala da ballo un po’ vetusta ma molto caratteristica… e c’è una festa….

Ci sono drappi colorati di rosso, di giallo e di bordeaux. Ci sono fiori rossi e gialli. E c’è un popolo colorato, vestito chi coi propri costumi tradizionali e chi con vestiti occidentali, grandi e piccini tutti insieme per festeggiare.

E’il popolo rumeno che festeggia la propria cultura popolare attraverso la propria musica.

E poi arriva lei. La famosa cantante. Bellissima e altissima. Un sorriso dolcissimo. Una voce soave e delicata. Una ragazza rumena come altre nella sala da ballo, che indossa un vestito tradizionale ma un po’ più luccicante. E incanta il suo pubblico con canzoni in rumeno del proprio repertorio e con canti popolari, e poi con “Caruso” e “Vivo per lei” cantate in italiano.

Lei è Paula Seling, e io l’avevo vista solo in TV o sul web e l’avevo ascoltata cantare solo in inglese, e, pur non capendo una sola parola di rumeno, mi sono incantata ad ascoltarla.

E’ educata e sorridente. Fa foto coi fan e firma autografi. Io non ho una penna per l’autografo e suo marito, gentilissimo, me la presta.

Ma in realtà sono tutti cordiali e gentili. C’è un ragazzo che mi aiuta a fare la foto con Paula, c’è la presentatrice dello spettacolo che, appena sente parlare di Eurovision, sorride felice, ci sono persone che ballano in cerchio mentre Paula canta, e battono le mani, e mi invitano con loro.

E’una festa… una bellissima festa!

Poi Paula termina di cantare e dice che deve andare via.
La rincorro fuori dal circolo e la trovo.

Le parlo di OGAE. Le dico che racconterò di lei e della festa a OGAE. E lei con un sorriso bellissimo ed un rossetto viola mi dice “You’re welcome”.

Lei è Paula Seling!”

Che altro possiamo aggiungere, se non ringraziare Virginia con un po’ di simpatica invidia per la sua fortuna, e sperando di poterci unire a lei alla prossima occasione? Paula, torna presto in Italia!