Home #JESC2011 La Georgia vince il Junior Eurovision Song Contest

La Georgia vince il Junior Eurovision Song Contest

0
SHARE

Si è tenuta ieri sera a Yerevan, capitale dell’Armenia, la nona edizione del Junior Eurovision Song Contest, una sorta di Eurovision Song Contest in miniatura riservato ai bambini dai 10 ai 15 anni. Le regole sono simili a quelle dell’ESC, con alcune differenze: le canzoni debbono essere interpretate in una delle lingue ufficiali del proprio Paese, essere inedite e durare al massimo 2’45”. Inoltre, il Paese vincitore non è necessariamente quello che ospiterà la manifestazione l’anno seguente.

Ugualmente organizzato dall’EBU, il concorso è tuttavia ancora lontano dalla partecipazione che può vantare il suo “fratello maggiore”. Non molti, e prevalentemente appartenenti all’Europa dell’Est, sono infatti al momento i Paesi che vi partecipano. Ieri sera a Yerevan sono state presentate 13 canzoni, di cui solo 3 provenienti da Paesi dell’Europa Occidentale (Paesi Bassi, Svezia e Belgio).

La RAI, malgrado la buona premessa che costituirebbe il successo, nel nostro Paese, di programmi come “Io canto” e “Ti lascio una canzone”, per il momento non ha espresso ufficialmente interesse per la manifestazione, mentre San Marino, dopo avere in un primo momento annunciato la propria partecipazione a questa edizione, ha fatto marcia indietro.

Torniamo a Yerevan, e alle votazioni in stile eurofestivaliero, che prevedono, per tutti i partecipanti, un “bonus” di partenza di 12 punti, per evitare l’eventuale “vergogna” dei famigerati “nul points” (sono bambini…). Già dalle prime giurie si è delineato uno scontro a tre fra la già pubblicizzatissima Georgia del gruppo Candy (“Candy music”), la melodica e incantevole Bielorussia di Lidiya Zabolotskaya (“Angely dobra”) e gli energici Paesi Bassi di Rachel Traets (“Ik ben een Teenager”). L’ha spuntata la Georgia con le sue mini-cantanti vestite di caramelle e un pezzo che non avrebbe sfigurato in una discoteca degli anni 70.

L’appuntamento per il prossimo anno è nei Paesi Bassi, e nel frattempo ci riascoltiamo le Candy con la loro “Candy Music” (senza caramelle sui vestiti, però: si tratta del video ufficiale).