Peppino Di Capri a Los Angeles: serata per lui al Grammy Museum

0
130

Noi italiani (ma forse non solo noi) siamo spesso troppo frettolosi nel considerare “superati”, solo perché hanno raggiunto una determinata età, cantanti e autori che hanno fatto parte della storia della nostra musica. In realtà la “vecchia guardia” è sempre più agguerrita e decisa a mantenere il posto che le spetta. Lo dimostra, in questa occasione, la serata dedicata a Peppino Di Capri, già nostro rappresentante all’ESC di Roma del 1991, che si è svolta alcuni giorni fa al Grammy Museum di Los Angeles.

La carriera di Peppino è stata festeggiata da compositori come Mike Stoller e musicisti come Corky Hale, e dalla nostra Elisabetta Canalis in arrivo da Sanremo, ed è stata aperta dalla proiezione del documentario “Peppino, 50 anni di musica”. A seguire, il cantante ha eseguito i suoi più celebri successi.

«È stata un’emozione fortissima salire sul palco dei Grammy Museum», ha dichiarato il cantante, mentre il commento del giornalista Vincenzo Mollica è stato «Peppino di Capri è sempre stato innovativo e moderno, uno di quegli artisti che nascono leggenda». Da parte nostra, noi auguriamo a Peppino ancora altri 50 anni, come minimo, di musica, e lo festeggiamo riascoltando la canzone da lui presentata a Roma nel 1991, “Comme è ddoce ‘o mare”.