Una fiction per Domenico Modugno

0
97

Fans di Sanremo e dell’ESC, drizzate le orecchie: anche se appartenete a quella categoria di persone che potrebbero uccidere qualcuno solo al sentir parlare dell’ennesima fiction televisiva, stavolta vi assicuro che non ve la sentirete proprio di spegnere il televisore appena terminato il Festival di Sanremo. E’ probabile, anzi, che il 18 e il 19 Febbraio, alle 21,10, sarete già accomodati sul divano davanti a RAI1 per seguire vita, avventure e successi di Domenico Modugno, il nostro Mimmo nazionale, per ben tre volte rappresentante italiano all’ESC.

“Volare – La storia di Domenico Modugno” è il titolo della fiction di cui Beppe Fiorello è l’interprete principale. A quanto asserisce il bel servizio che potrete trovare su “TV Sorrisi e Canzoni” in edicola questa settimana, la somiglianza fra Beppe e Mimmo è straordinaria, tanto che la vedova Modugno, Signora Franca Grandolfi, si è personalmente congratulata con l’attore e gli ha concesso l’onore di indossare, per la scena in cui Mimmo interpreta “Nel blu dipinto di blu” al festival del 1958, proprio la giacca originale indossata dal cantante nella realtà.

E, ovviamente, grande spazio verrà dato a quella serata sanremese del 1958 che ha cambiato la storia della musica non solo italiana. Intorno a Modugno vedremo altri protagonisti della scena musicale dell’epoca, fra i quali Claudio Villa, rappresentante italiano all’ESC del 1962 e 1967, e Tonina Torrielli, che, insieme a Franca Raimondi, ha rappresentato l’Italia al primo ESC del 1956.

Appuntamento quindi davanti al televisore per rivivere la bella favola di qualcuno che ha veramente scritto la storia della musica leggera, in Italia e nel mondo.