Home Senza categoria Marco Mengoni, Gianni Morandi e tanti amici per Lucio Dalla

Marco Mengoni, Gianni Morandi e tanti amici per Lucio Dalla

0
SHARE

4 Marzo 2013: oggi Lucio Dalla avrebbe compiuto 70 anni, se un infarto non se lo fosse portato via, vero e proprio fulmine a ciel sereno, il 1 Marzo dello scorso anno, a tre giorni dal suo compleanno. Il vuoto che la sua musica e la sua personalità hanno lasciato in chi lo ha conosciuto personalmente, ma anche in chi lo ha solo ascoltato cantare o visto in TV, è ben lontano dall’essere colmato, e forse non lo sarà mai. E’ per questo che stasera Piazza Maggiore a Bologna, la sua “Piazza Grande”, è stata inondata da una fiumana di occhi, mani, orecchie, bocche e soprattutto cuori che hanno battuto all’unisono con quelli dei suoi amici, che, dal palco costruito per l’occasione, lo hanno ricordato e omaggiato con la musica.

Fra di loro c’era anche il nostro Marco Mengoni, che ha regalato la sua splendida voce a “Tu non mi basti mai”, uno dei brani più delicati del repertorio di Lucio. A introdurre e ad accompagnare il canto di Marco è stato il sax soprano del grande Stefano Di Battista, uno dei più quotati jazzisti del nostro Paese, che il grande pubblico conosce soprattutto per le sue partecipazioni a Sanremo con la moglie Nicky Nicolai. Una fusione perfetta e preziosa, quella della voce di Marco con le note raffinate di Stefano. Vi diamo modo di apprezzarla qua sotto.

Verso la fine della serata, Marco è poi tornato sul palco per una decisa e sentita versione di “Meri Luis”, brano storico di Dalla che, nel 2011, è stato reinciso da Lucio proprio in duetto con Marco, e in questa versione inserito nel CD “Questo è amore”.

Presentatore della serata, un’altra vecchia conoscenza eurovisiva: Gianni Morandi, che con Lucio Dalla ha condiviso anni di grande amicizia e un LP, “Dalla-Morandi” del 1988, che è stato in testa alle classifiche di vendita dando vita a un fortunatissimo tour. Oltre a presentare, Gianni ha ovviamente cantato alcuni successi di Dalla: “Vita”, il duetto di punta dell’LP di cui abbiamo appena detto, “L’anno che verrà” in coppia con Renato Zero e “4/3/1943” insieme ad Andrea Bocelli, concludendo poi la serata, insieme a Marco e agli altri partecipanti, con “Piazza Grande” eseguita alla chitarra.