World Peace Song Festival, un festival per unire

0
123
I video delle canzoni sono stati pubblicati nei giorni scorsi sulla pagina facebook del concorso ma l’inizio ufficiale dell’edizione 2013 del World Peace Song Festival è oggi. Preparatevi quindi a un nuovo giro del mondo virtuale attraverso note, voci e parole!
Gli organizzatori Federico Stufi e Alessandro Banti dedicano l’edizione di quest’anno alla figura di Ernesto Teodoro Moneta. Un nome che forse non suonerà familiare alla maggior parte di noi, ma che non per questo è meno importante: si tratta dell’unico italiano ad avere ricevuto, nel 1907, il Premio Nobel per la Pace. Giornalista e patriota, il suo pensiero è rappresentato in pieno dalla sua frase “Forse non è lontano il giorno in cui tutti i popoli, dimenticando gli antichi rancori, si riuniranno sotto la bandiera della fraternità universale e, cessando ogni disputa, coltiveranno tra loro relazioni assolutamente pacifiche, quali il commercio e le attività industriali, stringendo solidi legami. Noi aspettiamo quel giorno.”   
L’italia viene rappresentata da Chiara Galiazzo, vincitrice della scorsa edizione di X-Factor, con la sua “Due respiri” che ha riscosso un ottimo successo a livello nazionale. Ma non solo Chiara dà lustro a questa edizione del festival: molte sono le presenze note, sia in senso eurovisivo che in senso generale. Ecco la lista dei partecipanti:
CANADA – Michael Bublé – Close your eyes
SPAGNA – Melendi – Cheque al Portamor
MALTA – Fabrizio Faniello – Ahfirli jekk trid
ITALIA – Chiara – Due Respiri
INGHILTERRA – Robbie Williams – Be A Boy
MAROCCO – Samira Said – Mazal
ISRAELE – Dor Daniel – Ha’Tzafon Ha’Yashan
ESTONIA – Tanel Padar, Ott Lepland & Jalmar Vabarna – Jõesäng
COSTA RICA – Daniel Patiño Quintana con Fabrizio Walker)- La Mitad de lo que Soy
USA – Kelly Clarkson (feat. Vince Gill) – Don’t Rush
SUD AFRICA – 4Werke – Roete na jou hart
POLONIA – Piotr Kupicha – Poczuj To
NORVEGIA – Helene Bøksle – Svalbard
COLOMBIA – Mojito Lite – Si Te Molesta
GALLES – Bonnie Tyler – Mom
FRANCIA – Florent Pagny – Les Murs Porteurs
SVEZIA – Magnus Carlsson – Oslagbar
NUOVA ZELANDA – Benny Tipene – Walking On Water
SLOVENIA – Alenka Godec – Vse je ljubezen
IRLANDA – Johnny Logan – Prayin’
Dal punto di vista eurovisivo, abbiamo molto da registrare. Prima fra tutte la presenza di Fabrizio Faniello, con la sua “Ahfirli jekk trid” con la quale ha recentemente vinto la “Kanzunetta indipendenza” a Malta. Per il Marocco abbiamo in gara l’unica rappresentante eurovisiva Samira Said, cresciuta e maturata da quando, sorridente e rassicurante, lanciava il suo messaggio d’amore al mondo. L’unione fa la forza per l’Estonia, che presenta sia Tanel Padar (vincitore dell’ESC del 2001) che Ott Lepland (“Kuula”, 2012) insieme a Jalmar Vabarna. L’Irlanda propone nientemeno che “Mister Eurovision” Johnny Logan, e non ci sono altri commenti da fare. Anche per la Norvegia una vecchia conoscenza, se non eurovisiva, almeno da parte di Song Contest: Helene Bøksle.
Un discorso a parte merita Bonnie Tyler, stella di prima grandezza non solo a livello eurovisivo. Stavolta, però, è in buona compagnia: la accompagnano e la insidiano il fascinoso crooner Michael Bublé, lo straordinario Robbie Williams, oltre a Kelly Clarkson, Florent Pagny e Magnus Carlsson.
Insomma, una parata di stelle! Ma attenzione: dietro l’angolo può sempre esserci il nome “sconosciuto” che rischia di fare da asso pigliatutto!
Voi che ne dite? Ascoltate le canzoni e fatevi una vostra idea!