Dal nostro inviato all’OGAE Germany Clubtreffen 2014

0
97

Ieri, Sabato 25 Gennaio, si è svolto a Monaco di Baviera l’OGAE Germany Clubtreffen 2014. La serata prevedeva un ricco programma, denso di ospiti e buona musica. Il nostro Josh Gallo era lì: ecco il suo resoconto dell’evento. 

“L’incontro di OGAE Germany e.V. ha avuto luogo ieri a Monaco di Baviera. Una giornata piena ed interessante; con interviste, esibizioni, presentazione e votazione di un mini-karaoke, riprese video, per poi finire la giornata con una discoteca eurovisiva.

Tra gli ospiti c’erano Ralph Siegel con la moglie; Christian Bruhn, produttore di “Wunder gibt es immer wieder” cantata da Kaja Ebstein nel 1970; Carolin Reiber, annunciatrice e conduttrice, conosciuta tra l’altro per aver presentato l’Eurofestival nel 1979 e alcune trasmissioni di musica popolare; ed un rappresentante della TV tedesca, responsabile per la scelta dei partecipanti tedeschi, con un ruolo anche nell’EBU.

Sicuramente le persone più attese sono state gli artisti con il loro cavallo di battaglia ed altri brani. Un concerto apprezzato da tutti i fans presenti.

La passerella è iniziata con Marlene Mortensen, Danimarca, con “Tell me who you are”. Dopo l’episodio eurovisivo a Tallin nel 2002, ha cambiato completamente stile e si è ritrovata in ambito Jazz. 

Il personaggio che l’ha seguita sul palco non ha bisogno di ulteriori presentazioni: Valentina Monetta, la simpatica, amabile, affascinante e talentuosa sammarinese. Ha incominciato la sua performance con “Una giornata bellissima”. Non potevano mancare “The social network song” e il momento culminante “Crisalide”. Ancora oggi ci si stupisce di come mai non abbia superato la semifinale a Malmö. Di sicuro la crisalide trasformata in farfalla prenderà quota. A proposito, la presentazione del brano di Valentina/Siegel per Copenhagen avverrà a marzo. Valentina è un’artista che non si è fermata, si trova in evoluzione e in continuo sviluppo – quindi ci si può aspettare di tutto. 

Terza esibizione, quella di Jan Johansen, Svezia, terzo posto a Dublino nel 1995 con “Se pa mig”. Per questa canzone ha indossato la giacca di 19 anni fa (purtroppo 19 anni non passano inosservati… ne’ per lui  ne’ per noi … ). Ha poi presentato altri brani che aveva a suo tempo cantato al Melodifestivalen. Un momento piacevole anche questo. 

Alla fine del quartetto, i tre fratelli svedesi “The Herrey’s” hanno presentato le loro canzoni e raccontato aneddoti spiritosi. La coreografia di “Diggi-loo, diggi-ley” del 1984 è stata recuperata, mancavano solamente gli stivali dorati che hanno fatto storia.

Abbiamo terminato la giornata ballando sulla musica eurovisiva presentata da DJ Ohrmeister. Uscendo dal locale dopo le tre di mattina, siamo stati sorpresi da un bello strato di neve.”

Davvero un gradito resoconto questo del nostro Josh, che ci ha fatto venire voglia di organizzare una puntatina in Germania per la prossima edizione. Perché no?