Sanremo prima serata: Antonella lirica, Raphael scatenato, Raffaella evergreen

0
111

Con un certo ritardo rispetto al previsto si è conclusa poco fa al Tetro Ariston di Sanremo la prima serata del Festival della Canzone Italiana, quella di gran lunga più interessante per gli eurofans.

Ritardo non dovuto a motivi tecnici o alla temuta incursione di Beppe Grillo, che si è limitato a tenere i propri comizi davanti all’entrata del teatro, ma alla drammatica protesta di due lavoratori del Consorzio Unico di Bacino delle province di Napoli e Caserta. Disperati per l’assenza di stipendio da ben sedici mesi, i due operai hanno minacciato di lanciarsi dalle impalcature del teatro se Fabio Fazio non avesse letto il messaggio da loro preparato. Si è temuto il peggio, fortunatamente però i due sono stati fatti ragionare e tratti in salvo, nel sollievo generale.

Venendo alla musica, che, con un poco di pazienza, si è ripresa il proprio posto nella serata, dobbiamo ovviamente segnalare le esibizioni di due ex rappresentanti eurovisivi italiani.

Partiamo con la splendida voce di Antonella Ruggiero, sempre più raffinata e ricercata, sotto l’attenta guida del marito Roberto Colombo. Il primo pezzo presentato, con l’ausilio di una vera e propria orchestra da camera, è stato un tenebroso e seducente bolero intitolato “Quando balliamo”. La canzone scelta è stata invece la più orecchiabile e, allo stesso tempo, virtuosistica “Da lontano”, con un’introduzione che ricorda molto “A whiter shade of pale”.

Raphael Gualazzi, nell’inedito abbinamento con The Bloody Beetroots, ha proposto dapprima “Tanto ci sei”, un blues di maniera impreziosito da un coro gospel e dagli slide di chitarra del suo mascherato compagno. E’ stato però con “Liberi o no” che il teatro si è infiammato. Raphael scatenato non è esattamente una novità, ma questa fusione indefinibile di jazz, rock, dance e chi più ne ha più ne metta ha esaltato e trascinato il pubblico. Ci aspettavamo che il palcoscenico venisse giù da un momento all’altro. Non poteva che essere questo il brano scelto per continuare la gara!

Qui di seguito, vi proponiamo un recap delle canzoni dei sette big promosse:

Ciliegina sulla torta e chicca per i fans eurovisivi, l’ospitata di Raffaella Carrà che, con la sua usuale verve ed energia, ha proposto un brano scritto per lei da Gianna Nannini e presente nel suo ultimo CD “Replay”.