Lettonia: Una torta da cuocere, e non da mettere in frigo

0
96
Stasera, in una delle giornate più affollate di finali e semifinali, la Lettonia ha scelto il suo rappresentante per Copenaghen.
Cominciamo dalla fine. Dopo una votazione che, fra televoto e voto via internet, li aveva visti primeggiare ma non condurre, il gruppo Aarzemnieki, con la canzone “Cake to bake”, è stato dichiarato vincitore del Diezsma 2014.
La serata organizzata dalla televisione lettone ha visto confrontarsi dodici diverse canzoni, che hanno spaziato in molti generi differenti, dal rock dei MyRadiantU (“Going all the way”) al folk di Olga e Ligo (“Saule riet”, Tramonto), alla dance di Niko (“Here I am again”), alle provocazioni come gli Eiroshmiths, che hanno cantato scimmiottando gli Aerosmith, anche nel modo di vestirsi, con parrucche ossigenate, extensions e finte folte barbe nere. Per finire con interessanti voci soliste come Aminata Savadogo (“I can breathe”), Katrina Bindere (“Moment and tomorrow”) e Markus Riva (“Lights on”).
Da notare che diversi avevano i colori della bandiera ucraina, riferimento ai fatti di questi giorni, dipinti da qualche parte: sui dorsi delle mani i MyRadiantU, sulle bende da pugile Ralfs Eilands, sui tatuaggi e sul retro di una chitarra gli Eiroshmiths. Ralfs Eilands, in green room, durante una breve intervista, ha anche bruciato un foglietto di carta velina dove stava scritto il nome di Janukovich.
In una serata comunque piena di molte altre esibizioni usate soprattutto come interval acts, abbiamo potuto ascoltare anche The Tenfold rabbit (due volte, “Oblivion” e la cover di “Eyes wide shut”), Maarta Ritova e Normunds Rutulis.
E poi tre precedenti rappresentanti della Lettonia. Ivo Fomins e Tomass Kleins hanno cantato “Dziesma par laimi” (entry del 2004), Lauris Reiniks (2003 – “Hello from Mars”) ha cantato “Zimes pasiem jaatmin”, e i PeR (2013 – “Here we go”), il cui cantante Ralfs Eilands ha partecipato anche alla selezione di quest’anno, hanno cantato “Dancing Knights” in collaborazione con Jurga, famosa cantante lituana.
Dei dodici concorrenti, tre sono passati alla superfinale: gli Aarzemnieki, Samanta Tina (con la canzone “Stay”) e Dons, una delle voci più importanti del panorama musicale lettone, con la canzone “Pēdējā vēstule” (Ultima lettera).
Ma alla fine sono loro, gli Aarzemnieki, ad aggiudicarsi l’onore e l’onere di rappresentare il proprio paese all’Eurovision di quest’anno. Rivediamo la loro esibizione: