Il concerto di Maya Sar per OGAE Italy

0
173

                                              Foto: Josh Gallo

Una festa veramente ben riuscita, quella mantovana di OGAE Italy, che si è svolta, come sapete, il 12 Aprile scorso. Merito, sicuramente, degli organizzatori: Vasco Sintra, Stefano Porciani, Alessandro Banti, Marco Vannuzzi e la preziosa Stefania Vezzani che ci ha procurato uno splendido mazzo di fiori per la nostra ospite e una torta davvero spettacolare, sempre dedicata a lei.

Il merito maggiore va però alla presenza della bellissima e bravissima Maya Sar, graditissima ospite insieme al marito Mahir Sarihodžić e al manager Srdjan Hodzic. L’arte di Maya e la simpatia di tutti e tre hanno davvero saputo colorare la nostra giornata con tinte calde, tenui e solari.

Dopo il necessario sound check, il pomeriggio di OGAE Italy è iniziato con la visione dei preview relativi all’ESC di Copenaghen e con la loro votazione, il cui risultato sarà presto svelato da OGAE International. Fungere da giuria è un lavoro non da poco, e per questo l’hotel aveva preparato un ricco coffee break che ci ha permesso di ritemprarci in attesa dell’entrata in scena della nostra ospite.

L’intervista a Maya da parte della presidente, che avete potuto vedere nel precedente articolo, è stata seguita da un cospicuo numero di domande poste dai presenti, ovviamente basate soprattutto sulla musica e sulla percezione che Maya ha di questa meravigliosa arte.

Prima delle foto e degli autografi di rito, Maya ha carinamente consegnato a David Narducci, estratto a sorte fra i votanti, il premio preparato dal vicepresidente: un esclusivo calendario 2015 con le foto dei partecipanti eurovisivi.

Dopo un’ottima cena in un clima allegro e conviviale, è cominciato il mini-concerto di Maya, del quale vi offriamo in questo articolo alcuni passaggi. Maya ha subito iniziato con un omaggio alla nostra lingua e al nostro Paese, con “I passi che fai”, versione italiana di “Korake ti znam”, il cui testo nella nostra lingua è stato scritto proprio da Srdjan.



Particolarmente dolce la sua “Milovanja”, nella quale ci ha chiesto di cantare insieme a lei.



Il secondo omaggio all’Italia è arrivato con quella che è forse la canzone più bella di Giorgia, un’interprete che Maya ama moltissimo: “Di sole e d’azzurro”.



Poi, una cover internazionale, “True colors” che tutti ricordiamo nell’interpretazione di Cyndi Lauper.



Ancora, la splendida “Više nego ikada”.



E queste sono solo alcune delle emozioni che Maya ci ha regalato. Applausi entusiasti e standing ovation hanno salutato ciascuno dei brani proposti, e la fine dell’esibizione è arrivata davvero troppo presto: saremmo rimasti ad ascoltarla per ore e ore, se fosse stato possibile! 

La serata di OGAE Italy si è conclusa con una sessione di karaoke e una di ballo, con il microfono sempre in giro per la stanza a catturare qualche nota qua e là. Nessuno è andato a dormire troppo tardi: la domenica mattina ci attendeva la visita guidata della spettacolare città di Mantova!