OGAE Song Contest 2014: Giorgia contro tutti

0
89

Ci siamo: OGAE Spagna ha dato ufficialmente il via all’OGAE Song Contest 2014, e le giurie si stanno già mettendo al lavoro per decretare la canzone vincitrice di questa edizione. OGAE Italy, come sapete, schiera Giorgia con la sua “Quando una stella muore”, ma, come spesso succede, molti nomi noti e interessanti arricchiscono il programma di questa manifestazione “virtuale”. Vediamo quali sono i più noti agli eurofans.

Iniziamo con Israele, che presenta Harel Skaat e la sua “Boom”. Come sapete, Harel incantò la platea dell’ESC, nel 2010, con “Milim”, e solo qualche sfortunata incertezza vocale gli impedì di competere per la vittoria. Disavventure che rendono un divo più “umano” e nulla tolgono al suo talento.

La Spagna, padrona di casa in questa occasione, sembra avere una particolare passione per Pastora Soler. Passione, certamente, condivisa dalla stragrande maggioranza degli eurofans. Anche stavolta potremo apprezzare un brano della famosissima cantante: si tratta di “Espérame”.

Proseguiamo con la Serbia, che stavolta ha deciso di calare l’asso: Željko Joksimović, e scusate se è poco. Dobbiamo ricordare “Lane moje”, “Nije ljubav stvar”, senza contare le sue “creature” “Lejla” e “Oro”? Ascoltiamoci questa “Ludak kao ja”, che si stacca leggermente dalla sua produzione a noi nota, presentando un ritmo più deciso.

Da Russia 2005 (all’ESC) a Bielorussia 2014 (al Song Contest): è Natalia Podolskaya, stavolta insieme a DJ Smash, quello di “Ya ljublju njeft” insieme a Comedy Club. Il brano è “Novy mir”.

Per la Macedonia arriva invece dall’ESC 2006 Elena Risteska, che sedusse tutti con la sua “Ninanajna”. Per l’OGAE Song Contest ascoltiamo la sua “Shto si ti”.

Passa invece dalla Spagna (ESC 2003, “Dime”) ad Andorra Beth, che in questo caso interpreta “Ara i aquí”, ovviamente in catalano, come vuole il regolamento del concorso.

L’Irlanda si affida a un nome che definire sicuro è dir poco: “Mister Eurovision” Johnny Logan, con al proprio attivo due vittorie da interprete e una da autore. “Prayin'” è il brano scelto.

L’Armenia ci ripropone invece Emmy, che all’ESC (2011, “Boom boom”) ha purtroppo ottenuto il risultato peggiore per il proprio Paese, non raggiungendo la finale. Emmy vuole però dimostrare di essere qualcosa di più di quello che ci è stato presentato, e ci prova con “Sirelov heranum em”.

Da notare anche diversi nomi noti al pubblico italiano, sebbene non ancora arrivati all’ESC. Per il Belgio, Stromae con la sua “Ta fête”; per il Regno Unito, Ellie Goulding con “Burn”; per la Germania, Helene Fischer con “Atemlos durch die Nacht”, uno dei pochissimi brani in tedesco che abbiamo avuto il piacere di ascoltare sulle nostre radio.

Last but not least, OGAE Resto del Mondo presenta in gara per la prima volta Colé Van Dais, già presentatrice dell’OGAE Second Chance Contest 2012 e animatrice delle notti dell’Euroclub a Copenaghen. Colé, che è anche un importante membro di OGAE Resto del Mondo, interpreta “Heartless”.

Se volete ascoltare le canzoni e vedere la lista completa dei partecipanti, potete farlo sul sito di OGAE Spain a questo link. Buon divertimento, e stay tuned per l’annuncio del vincitore!