L’anima di Elisa vola… al primo posto e l’Italia vince il World Peace Song Festival

0
119

Bisogna dirlo: non era possibile resistere a una melodia così suadente, a una voce così cristallina, a un’atmosfera così sognante: infatti, la giuria del World Peace Song Festival 2014 non ha resistito, e ha attribuito all’Italia la vittoria di questa diciannovesima edizione.
Elisa, con la sua “L’anima vola”, ha sbaragliato tutti, e si è piazzata al primo posto con 22 punti di distacco sulla seconda classificata, l’Inghilterra con Katy B. e “Crying for no reason”. Al terzo posto, stavolta con due soli punti di scarto, la Francia con “Un jour au mauvais endroit” di Calogero.
Avremmo pensato a un miglior risultato per l’Irlanda, che, con gli U2 e “Ordinary love” arriva solo settima, e per la Norvegia, sesta con la “vecchia conoscenza eurovisiva” Kate Gulbrandsen e la sua “Et annet sted”. In tema di ex partecipanti all’Eurovision Song Contest si piazza meglio la Slovenia di Eva Boto, che riscatta il non brillante risultato di Baku con un quarto posto per la sua “Na kožo pisana”.
Ma si sa, in questi concorsi vincono tutti, perché lo scopo principale è diffondere la musica! Ringraziando gli organizzatori, vi diamo appuntamento alla prossima edizione e ci riascoltiamo Elisa con il brano vincente.