Home Senza categoria Sanremo, Nuove Proposte: vince Giovanni Caccamo. Lara Fabian e Raf eliminati.

Sanremo, Nuove Proposte: vince Giovanni Caccamo. Lara Fabian e Raf eliminati.

0
SHARE

Italiani ed eurofans di nuovo davanti al televisore: siamo alla quarta serata del Festival di Sanremo, e stasera, dopo il trionfo di Nek nella serata delle cover, avremo il secondo vincitore, quello della gara delle nuove proposte. Inoltre, quattro dei Campioni verranno, purtroppo, eliminati, e, malgrado già conosciamo i nomi degli otto a rischio, in teoria tutto può ancora succedere.

All’inizio della serata, ci vengono proposte subito le due sfide eliminatorie fra i giovani. Amara si scontra con i Kutso, che, forti della loro spensieratezza e forse anche del chitarrista travestito da doccia, vincono il duello. La seconda sfida vede Enrico Nigiotti cedere a Giovanni Caccamo con un lievissimo scarto.

Stasera conosciamo già le canzoni, quindi ci rilassiamo e ci godiamo soprattutto i look scelti da cantanti e presentatori. Annalisa, ad esempio, si presenta con un vestito lungo, a maniche lunghe, stampato con un “pastiche” di fiori e righe, che, onestamente, non le rende giustizia più di tanto.

Impossibile non notare il completo rosso fuoco di Nesli, che si rende protagonista di un simpatico siparietto regalando fiori ad Arisa che lo ringrazia facendogli gli occhi dolci, avvolta nel suo look giustamente definito “Betty Boop” da Carlo Conti: un bianco e nero in gonna corta, con due sorprendenti sfere color fucsia dietro le scarpe. 

E che dire di Emma, che ironizza su se stessa dandosi della camionista e il cui look vagamente da antica romana ci risveglia ricordi eurovisivi? Chissà se lo stilista è lo stesso, sicuramente il morbido peplo bianco che ha scelto è molto più semplice ed elegante rispetto al look di Copenaghen.

Nero e semplicità sia per Irene Grandi che per Nek. Bianca Atzei punta invece su di una mise sexy, forse un’altra freccia al suo arco per scongiurare l’eliminazione, ma il vestito, somigliante a un incrocio fra una guepière e una sottoveste con una coda di veli colorati, lascia piuttosto perplessi.

Nessun cambiamento per Biggio e Mandelli; ci chiediamo solo dove siano finiti Cochi e Renato, che avrebbero dovuto duettare con loro ieri sera e invece non si vedono neppure in questa occasione. Moreno, dal canto suo, insiste con un look estremamente elegante che lo fa somigliare più a un Modugno prima maniera che a un rapper arrabbiato.

Un semplicissimo nero anche per Lara Fabian, che, con i capelli sciolti sulle spalle, non ha bisogno di altro. Mauro Coruzzi, invece, ha di nuovo abbandonato i panni di Platinette, ma ha il suo ritratto sulla maglietta, sotto una giacca con collo di paillettes rosse. Grazia Di Michele ha un vestito di gusto vagamente medievale, in giallo oro, con corpetto ricamato.        

Cambio di look per Lorenzo Fragola, che si presenta in un completo scuro. Ma abbiamo sentito male, o a fine interpretazione ha nominato “Giorgio del Lago Maggiore”? Anna Tatangelo è indubbiamente elegante nel suo “total black” e con i capelli alla Veronica Lake, ma la scollatura posteriore, impreziosita da un merletto, è un poco al limite della decenza.

I ragazzi del Volo stasera sono classici, con l’unico vezzo di avere dimenticato la cravatta in camerino. Il nero, comunque, è ancora una volta il colore (anche se di colore non si tratta) più gettonato sul palco di Sanremo: anche Gianluca Grignani è in total black.

Malika Ayane è elegantissima in rosa cipria, con una tunica che le ricade addosso molto morbida. Certo, se fosse stato possibile evitare l’apparecchio ai denti, magari sarebbe stato preferibile. I Dear Jack, invece, si allineano anche loro al filone dei neri… non per caso.

Intanto, appena passata la mezzanotte, conosciamo già il vincitore delle Nuove Proposte: con una votazione forse un poco sbrigativa, come al solito più talent show che Sanremo, viene premiato Giovanni Caccamo, che vince anche il premio della critica Mia Martini e il premio della sala stampa Lucio Dalla.

Dopo il siparietto degli pseudo-giornalisti Boiler, con tanto di “Concetta Wrust” in barba, capelli e costume adamitico, eccoci a Marco Masini, che quantomeno prova, con una cravatta rossa, a ravvivare l’ormai tradizionale nero. Anche Nina Zilli stasera ha scelto il nero, ma… a modo suo. L’abito è completamente tempestato di paillettes, e la pettinatura raccolta e le scarpe rosse a contrasto la fanno assomigliare a una spagnola.  

Ancora un tutto nero per Alex Britti, e viene da chiedersi se i cantanti non si siano allineati all’atmosfera della scenetta di ieri sera di Luca e Paolo. Raf prova invece a ravvivarlo con una camicia bianca ricamata che aggiunge un tocco vagamente eccentrico. Fortuna che l’ultima cantante in gara, Chiara, accende l’atmosfera con un tubino in pizzo rosa cipria e scarpe quantomeno degne di nota.

Dopo tante voci, è ora di far parlare i tasti: Giovanni Allevi, che è anche uno dei membri della commissione che ha scelto i brani sanremesi, esegue la dolce “Loving you”, dall’album “Love”, in tema con il Santo di oggi.

Ed eccoci alle dolenti note. I quattro eliminati sono Biggio e Mandelli, Lara Fabian (fra il disappunto del pubblico in sala e il nostro), Raf e Anna Tatangelo. A volte, davanti a certi nomi, c’è da chiedersi come funzionano le votazioni. Ma pazienza: non è un festival a compromettere una carriera.

Sulle note della terza esecuzione di “Ritornerò da te” di Giovanni Caccamo, vincitrice delle Nuove Proposte, l’appuntamento è a domani sera per la finale.