Maria Elena Kyriakou: la vita è fatta di priorità!

0
91

Ha tutto: la voce, l’interpretazione e la bellezza. Ma Maria Elena Kyriakou, che rappresenterà la Grecia all’Eurovision Song Contest 2015 a Vienna, non ha avuto fretta di buttarsi nella mischia per inseguire il successo: anzi, è stata molto riflessiva e concreta nel privilegiare la vita privata. Scopriamo, in questa nostra intervista, come è andata.

OGAE Italy: Ciao Maria Elena, piacere di conoscerti e grazie per esserti presa il tempo di rispondere alle nostre domande! Prima di tutto, congratulazioni per essere stata scelta quale rappresentante della Grecia all’Eurovision Song Contest 2015!

Maria Elena Kyriakou: Grazie mille!

OGAE Italy: Parliamo un poco di come tutto è iniziato. Sebbene tu abbia una splendida voce e canti con grande emozione, l’inizio della tua carriera è piuttosto recente. Leggo che, mentre stavi studiando filosofia, hai ricevuto una proposta da Giannis Ploutarchos, ma hai preferito concentrarti sui tuoi studi. Qualche anno più tardi, tua madre ti ha iscritta a un’audizione per Greek Idol, ma tu non ti sei presentata. E’ stato solo nel 2014 che hai deciso di affrontare le audizioni per “The voice of Greece”. Perché? Non ti sentivi pronta prima?

Maria Elena Kyriakou: Beh, è stata una combinazione di cose di volta in volta diverse. Quando ero all’università, la mia priorità assoluta era terminare i miei studi. Trasferirmi ad Atene e lasciarli indietro era fuori questione. Subito dopo essermi laureata mi sono anche sposata, quindi le mie priorità sono nuovamente cambiate. E’ stato dopo il divorzio che ho deciso che era il momento di inseguire i miei sogni.

OGAE Italy: Iniziare la carriera da un talent show può essere un vantaggio o uno svantaggio. Tu cosa ne pensi? Che cosa ti ha dato questa esperienza? E’ stata soprattutto positiva o negativa?

Maria Elena Kyriakou: Penso che sia un vantaggio, perché ti dà una possibilità che la maggior parte degli artisti lavora anni per ottenere. La mia esperienza è stata assolutamente positiva. Ho imparato molte cose riguardo alla mia forza e ai miei limiti, e ho anche vinto, il che rende il tutto ancora migliore!

OGAE Italy: Da “The Voice of Greece” alla finale nazionale greca per l’Eurovision Song Contest. Ti aspettavi di venire scelta? Come ti sei sentita quando ti sei resa conto che tu saresti andata a Vienna?

Maria Elena Kyriakou: Speravo di essere scelta, e per fortuna è andata così! Penso di essermi sentita fortemente scioccata dopo l’annuncio. Adesso, riguardando il video della serata, mi rendo conto di quanto sia andato tutto liscio.

OGAE Italy: Negli anni passati hai seguito l’Eurovision Song Contest? Che cosa rappresenta per un’artista come te?

Maria Elena Kyriakou: Da anni sono un’orgogliosa fan della manifestazione. Rappresenta una grande famiglia dove c’è sempre un poco di spazio per tutti, e anche un’opportunità di un pubblico più ampio e di amicizie internazionali.

OGAE Italy: La tua canzone sarà cantata interamente in Inglese. Quali sono le ragioni di questa scelta? E’ per far sì che la gente di tutta Europa possa capire meglio le parole, o pensi che la lingua Inglese sia più adatta a questo tipo di canzone?

Maria Elena Kyriakou: Penso che l’Inglese sia più adatto a una ballata sul genere di “One last breath”. Non si tratta solo di far capire le parole alla gente.

OGAE Italy: Ma, se non ci sbagliamo, ne hai anche cantato una versione in Greco durante un incontro con OGAE Grecia! Pubblicherai questa versione? Stai pensando a incidere versioni in altre lingue?

Maria Elena Kyriakou: Stiamo per pubblicare la versione Greca con il titolo “Mia Anapnoi”, che vuol dire “Un respiro”. E’ una bella versione, e non l’avrei mai creduto ma il risultato è fantastico. In effetti, siamo così soddisfatti che stiamo considerando l’idea di realizzare presto una versione Francese.

OGAE Italy: Adesso ti stai concentrando su Vienna: come immagini l’esperienza? Raccontaci i tuoi sogni, le tue speranze e quello che ti aspetti!

Maria Elena Kyriakou: Sono sicura che sarà un’esperienza fantastica. Incontrare persone nuove è sempre interessante. A parte questo, spero di rendere tutti i Greci orgogliosi della mia esibizione. Spero di ottenere un buon risultato, ma essere perfetta sul palco è la mia priorità assoluta.

OGAE Italy: Hai avuto tempo di ascoltare le altre canzoni in gara quest’anno? Ce n’è una che ti sia piaciuta particolarmente o che ti sembri dura da battere?

Maria Elena Kyriakou: Le ho ascoltate tutte, e quelle che amo di più sono Albania, Svezia, Spagna e Italia.

OGAE Italy: A parte l’Eurovision Song Contest, che tipo di musica ascolti? Quali sono i tuoi cantanti e complessi preferiti, quelli che ti hanno più influenzata?

Maria Elena Kyriakou: Soprattutto ballate in Inglese. Céline Dion e Whitney Houston sono le mie interpreti preferite, e fonte di grande ispirazione.

OGAE Italy: Abbiamo ascoltato la tua cover di “Un angelo disteso al sole” di Eros Ramazzotti. Grande! Ci sono altri cantanti Italiani che ascolti di solito o che ti piacciono particolarmente?

Maria Elena Kyriakou: Amo la musica Italiana e cerco di guardare il Festival di Sanremo ogni volta che posso. Fra gli altri, amo molto Nek e Giusy Ferreri.

OGAE Italy: Grazie, Maria Elena, per essere stata così paziente nel rispondere a tutte le nostre domande. Speriamo di vederti a Vienna e ti auguriamo buona fortuna all’Eurovision!

Vogliamo anche ringraziare Gina Fountoulaki che ha reso possibile questa intervista.