Bojana Stamenov: urlate al mondo la vostra vera bellezza!

0
89

La vera bellezza è dentro di noi, è l’essere unici e diversi. Bojana Stamenov, rappresentante della Serbia all’Eurovision Song Contest 2015, ha un chiaro e positivo messaggio per tutti. Sentiamo, in questa intervista, cosa ci dice di se e della sua musica.

OGAE Italy: Ciao Bojana, piacere di conoscerti. Grazie per avere trovato il tempo di rispondere alle nostre domande e congratulazioni per essere stata scelta per rappresentare la Serbia all’Eurovision Song Contest 2015! Prima di tutto, vorremmo sapere come ti senti per essere stata scelta. Qual è stato il tuo primo pensiero quando ti sei resa conto di avere vinto la selezione nazionale?

Bojana Stamenov: E’ stato fantastico! Prima di tutto è un sogno che si avvera, poi è una grande responsabilità, e anche un grandissimo orgoglio essere scelti dal proprio Paese per rappresentarlo.

OGAE Italy: Hai deciso di tradurre la tua canzone in Inglese, il che è peculiare per il tuo Paese: è la prima volta che la Serbia canta in Inglese all’Eurovision Song Contest. Quali sono i motivi di questa scelta?

Bojana Stamenov: Penso che il mio cantare in Inglese quest’anno sia una novità positiva, perché tutto il mondo potrà capire la mia canzone. E’ vero che, nel 2007, “Molitva” è stata cantata in Serbo, ma da allora molte cose sono cambiate. Adesso è tempo di canzoni in Inglese.

OGAE Italy: Leggendo le parole di “Beauty never lies” è evidente che si parla della bellezza interiore. Vorresti spiegarci il significato della tua canzone?

Bojana Stamenov: E’ tempo di dirlo ad alta voce insieme a me, dirlo a voi stessi e agli altri: dire che siete belli, che siete diversi dagli altri, e che ci siete.

OGAE Italy: A parte la versione Serba e quella Inglese, ne hai appena pubblicata una in Spagnolo. Hai in programma altre versioni in altre lingue?

Bojana Stamenov: Sì, abbiamo appena pubblicato anche quella Francese.

OGAE Italy: Scommetto che non vedi l’ora di salire sul palco di Vienna. La coreografia sarà la stessa che hai portato alla finale nazionale, o cambierai qualcosa?

Bojana Stamenov: Hai ragione, non vedo l’ora di arrivare a quel momento in cui potrò salire sul palco e mostrare tutta la mia energia positiva. Sarà una coreografia diversa, ci stiamo lavorando ogni giorno.

OGAE Italy: Hai avuto modo di ascoltare i brani degli altri partecipanti? C’è qualche canzone che ti piace particolarmente o che pensi sarà difficile battere?

Bojana Stamenov: Non ho potuto ascoltarle tutte, ma quelle che ho sentito mi sembrano molto buone, e sono impaziente di ascoltarle tutte a Vienna.

OGAE Italy: Ora dicci qualcosa di te. Come hai scoperto che la musica e il canto erano la tua più grande passione? Come è iniziato tutto?

Bojana Stamenov: Beh, fin da bambina ho amato cantare, e io e le mie sorelle facevamo un piccolo show per tutta la famiglia ogni sera, dopo cena. Che posso dire? Amo la musica, mi sento bene quando canto. Parlando della mia educazione musicale, ho studiato chitarra classica, liuto rinascimentale e canto rinascimentale a Belgrado, mentre quando andavo a scuola suonavo regolarmente il blues con la mia sorella maggiore.

OGAE Italy: Che tipo di musica ascolti principalmente, e quali sono i cantanti o i complessi che ti piacciono e ti ispirano di più?

Bojana Stamenov: Sono particolarmente concentrata sul blues. La mia cantante preferita è Eva Cassidy, e il complesso sono i Queen.

OGAE Italy: Una curiosità: ascolti la musica italiana? Hai cantanti o complessi preferiti?

Bojana Stamenov: Amo ascoltare la musica italiana perché sono una persona romantica, ma non ho preferenze particolari.

OGAE Italy: E dopo l’Eurovision Song Contest cosa succederà? Pensi di pubblicare un album, o di andare in tour?

Bojana Stamenov: Spero, dopo l’Eurovision, di pubblicare il mio primo album, e forse arriverà anche un tour. Ancora non è definito.

OGAE Italy: Grazie, Bojana, per essere stata così gentile nel rispondere alle nostre domande. Speriamo di vederti a Vienna, e buona fortuna!

Insieme a Bojana, ringraziamo anche Natalija Marjanovic che ha reso possibile questa intervista.