Home Senza categoria Volete conoscere meglio Omar? Ascoltate “Na glavo”!

Volete conoscere meglio Omar? Ascoltate “Na glavo”!

0
SHARE

Manca ormai meno di una settimana alla festa di OGAE Italy all’Hotel Verdi di Parma, e all’incontro con il nostro ospite Omar Naber, che viene a trovarci dalla Slovenia.

Conoscente ovviamente tutti la splendida “Stop”, ma quanti di voi sono informati sul resto della produzione musicale di Omar? Bene, colmiamo, almeno in parte, questa lacuna. Parliamo di “Na glavo”, il suo più recente CD, uscito nel 2014. L’album è disponibile anche nella versione Inglese “No helmet”, ma a noi piace la lingua originale, che ci permette di farci un quadro ancora più completo del personaggio e della sua realtà. E poi, convenitene, cosa c’è di più interessante di un rock in Sloveno? E quindi, via con “Na glavo”, un CD energetico ma anche pieno di melodia, che vi farà muovere piedi e mani e cantare!

Il primo brano, “Parfum”, ci introduce in un’atmosfera vagamente anni 80, con una strofa dall’arrangiamento sensuale e morbido, che poi esplode in un ritornello decisamente rock, dandoci subito un’idea precisa del genere preferito da Omar. Se questo non fosse bastato, arrivano le schitarrate iniziali di “Proti soncu” a toglierci ogni eventuale dubbio. Ritmata, decisa, con appena una pausa tremula prima del ritornello, la canzone scorre via gioiosa, trascinando l’ascoltatore. “Sgodba brez napake” inizia con una chitarra ancora più decisa, quasi hard, per poi tornare comunque sul rock orecchiabile dei primi due brani.

Il quarto pezzo, “Sladek strup”, ha già catturato l’interesse di molti fans sotto forma di un ottimo video, nel quale Omar bacia un altro uomo, che nella finzione interpreta il regista. Brano molto più soft dei precedenti, potrebbe essere una classica canzone estiva, con un buon equilibrio fra cantabilità e atmosfera rock. Anche il quinto brano, in Inglese, è già noto a molti eurofans: si tratta di “I still carry on”, con la quale Omar ha partecipato alla selezione Slovena nel 2009. Qui l’atmosfera è completamente diversa: un midtempo estremamente orecchiabile, dall’andamento un poco disneyano e dall’atmosfera dolce e pacata. “Preden greš” è un altro midtempo, ma meno orecchiabile e più raffinato, nel quale l’arrangiamento richiama ancora una volta il sound anni 80.

Si arriva così alla ballata vera e propria, “Žamet”. Ma non è una ballata come le altre. Omar, nel cantarla, si è ispirato alla disperazione di un amico che aveva avuto intenzioni suicide, e ha cercato di trasporvi quel senso di inutilità e di annientamento che può dare l’avere perso qualcosa di importante. Il video racconta di un senzatetto, un uomo che ha perso tutto, anche la sua stessa figlia. La voce di Omar sottolinea l’andamento triste e accorato della musica.

Omar torna poi a un midtempo, “Le srce ne spi”, di grande suggestione e dolcezza e con una melodia che scorre via leggera, che rafforza un poco verso la fine. “Bistvo skrito je očem” è invece la sua entry alla selezione nazionale Slovena del 2011, canzone più ritmata ma pur sempre molto orecchiabile, con una linea melodica davvero accattivante.

“S teboj” è un brano quasi frenetico, con un ritmo molto sostenuto, che crea un curioso contrasto fra questo e la melodia, e fa pensare a una canzone anni 50 rivisitata. Più tranquilla e scorrevole “Cesta in nebo”, ariosa e riposante malgrado il suono deciso della batteria che la sottolinea. “Oprosti” somiglia, nell’andamento, quasi a una filastrocca, ma anche qui il ritmo deciso non manca e ne fa un brano coinvolgente, oltre che solare.

Un’altra ballata, ma più dolce e positiva, è “Sedem dni”: alzi la mano chi non sta già sognando un lento insieme alla persona dei suoi desideri. E ora, attenzione: uno swing? Eh sì: in che altro modo potreste definire “Sanjam”? Schiocchi di dita, sensualità rétro, ritmo suadente: Omar si trova perfettamente a suo agio anche con questo genere.

Fermi lì! Credete che il CD sia finito? Eh no, c’è ancora un bonus track! Ma guarda un po’: “Sladek strup” vi aveva forse ricordato qualcosa, o eravate persi nella suggestione della scena “piccante”? Ma sì che l’avete riconosciuta subito: non era che la versione Slovena di “I won’t give up”, con la quale Omar ha partecipato alla selezione nazionale Slovena nel 2014! Non poteva quindi mancare, in questo CD, la versione Inglese.

Ma come, state ancora ballando? Purtroppo il CD è finito, ma niente paura: ancora pochi giorni, e potremo ascoltare Omar dal vivo! Appuntamento a Parma!