Dalla Romania, il progetto di solidarietà dei Voltaj

0
121
Photo credit: TVR
Abbiamo avuto la fortuna di poter scambiare due parole con i Voltaj, i rappresentanti romeni all’Eurovision Song Contest di quest’anno, sulla loro musica, la loro partecipazione, ma soprattutto il progetto “De la capăt / All over again”. Perché tutto partì da un bellissimo progetto di solidarietà. Ecco cosa ci siamo detti:

OGAE Italy: Salve Călin, Gabriel, Adrian, Valeriu e Oliver! Grazie per avere trovato il tempo per questa breve intervista, e congratulazioni per essere stati scelti quali rappresentanti della Romania all’Eurovision Song Contest 2015!
Voltaj: Ciao! Grazie mille! 🙂
OGAE Italy: La vostra carriera come complesso è iniziata nel 1982. Congratulazioni, questo è quello che si chiama una lunga carriera di successo! Come siete arrivati alla decisione di partecipare alla finale nazionale Rumena di quest’anno?
Voltaj: Quando abbiamo scritto e pubblicato la canzone relativa alla campagna “All over again” (“Da capo”), non avevamo idea di partecipare all’Eurovision Song Contest. Tuttavia, ci siamo resi conto che questo festival ci può aiutare a far conoscere a livello internazionale il fatto che troppi bambini vengono lasciati a casa da soli, mentre i loro genitori lavorano all’estero per dar loro la possibilità di una vita migliore. 
OGAE Italy: Avete qualche ricordo particolare legato all’Eurovision Song Contest degli anni passati? Lo avete sempre guardato o lo avete scoperto recentemente?
Voltaj: Ci piace questo festival e abbiamo seguito la finale ogni anno. E’ una gara forte, che ci dà una grande opportunità di far conoscere la nostra campagna. Per questo ci siamo presentati alla gara. Ci sono poche possibilità come questa – che dà tutta questa pubblicità e visibilità – di parlare dei problemi dei bambini e dei Romeni in generale.
OGAE Italy: “De la capăt” è la canzone che portate all’Eurovision Song Contest. Leggendo il testo per la prima volta, si potrebbe pensare che si trattasse semplicemente di una bella poesia d’amore, ma c’è molto di più. Abbiamo letto la storia di un ragazzo che è stato abbandonato dai suoi genitori e parla alle persone che l’hanno aiutato con la sua crescita. Parlateci del significato della canzone e del progetto che è legato a essa.
Voltaj: “All over again” è più di una canzone, è un manifesto. Ci sono molti casi drammatici che coinvolgono bambini. Vivono un trauma a causa della mancanza di affetto, anche se ricevono regali e pacchettini dai loro genitori. La gente deve sapere che i Romeni non sono pigri o ladri, e che gran parte di loro lavorano sodo e sono onesti, e fanno enormi sacrifici per le loro famiglie che lasciano a casa. Per questo devono essere rispettati e non discriminati.
OGAE Italy: E per quanto riguarda il video? E’ stato ispirato da una storia vera? O forse semplicemente dalle speranze e dai sogni di troppi bambini soli?
Voltaj: Il nostro video contiene immagini del cortometraggio “Way of the Danube” che è stato girato prima che sapessimo che l’Eurovision si sarebbe svolto a Vienna quest’anno. Guardando il cortometraggio, abbiamo immediatamente pensato che fosse adattissimo all’idea della nostra campagna, e così è iniziata la nostra collaborazione con il regista Sabin Dorohoi.
OGAE Italy: Nella finale nazionale di quest’anno c’è stata una concorrenza molto forte, ma alla fine ce l’avete fatta! Come vi siete sentiti? Qual è stato il vostro primo pensiero quando vi siete resi conto che avreste portato la vostra canzone a Vienna?
Voltaj: Molto felici. Anche se volevamo vincere, non riuscivamo a crederci. Per noi è una grande gioia e un grande onore rappresentare la Romania in una grande gara come l’Eurovision, che ha una tradizione che dura da 60 anni.  
OGAE Italy: Poi si è arrivati alla scelta della lingua. Rumeno o Inglese? Rendere unica la vostra canzone, visto che al giorno d’oggi tutti cantano in Inglese, o sottolineare il messaggio in modo che potesse essere capito da tutti? Alla fine avete optato per un compromesso: metà in Inglese e metà in Rumeno. E’ stata una scelta difficile?
Voltaj: Abbiamo scelto di cantare una parte in Inglese per far capire a tutti il nostro messaggio, ma abbiamo tenuto una parte in Rumeno perché comunicava una forte emozione. 
OGAE Italy: Fra poche settimane vi vedremo a Vienna. Naturalmente questa partecipazione ha un significato particolare per voi, e questo va oltre l’arrivare in alto o il vincere. Ma naturalmente pensate anche alla gara. Cosa sperate e cosa vi aspettate?
Voltaj: Pensiamo solo al nostro scopo: quello di far conoscere a tutta Europa la campagna “All over again”.
OGAE Italy: Quali sono i vostri primi ricordi legati alla musica? Come è iniziata la vostra avventura musicale? E quanto è cambiata la vostra musica in tutti questi anni?
Voltaj: Eravamo un gruppo di amici ai quali piaceva molto cantare, e un giorno abbiamo detto: creiamo una band! Questo è successo nel 1982. Ora solo due di noi appartengono alla formazione originaria (Gabi e Vali), gli altri sono arrivati con il tempo. Nel 1988 Călin si è unito al gruppo, e quattro anni dopo, nel 2002, Oliver. L’ultimo cambiamento nel nostro gruppo è avvenuto nel 2012, con l’arrivo di Adrian. Nel tempo ci sono stati molti cambiamenti nella band, ma la nostra passione per la musica e il sostegno dei fans ci hanno aiutati a resistere. I nostri cambiamenti musicali hanno seguito la nostra maturazione e quello che abbiamo vissuto e ci ha ispirati.  
OGAE Italy: Parlateci della musica che amate ascoltare, dei vostri cantanti e complessi preferiti, quelli che vi hanno più ispirati.
Voltaj: Amiamo il rock e tutti noi ascoltiamo con piacere i Metallica, i Rammstein, i Queen e molte altre band.  
OGAE Italy: Ascoltate anche musica italiana? Ci sono cantanti o complessi italiani che vi piacciono particolarmente?
Voltaj: Ascoltiamo molta musica italiana e ci piace molto. Anche se viene da un’altra generazione, amiamo Mia Martini.
OGAE Italy: Grazie per la vostra pazienza e gentilezza nel rispondere alle nostre domande! Speriamo di vedervi a Vienna e, nel frattempo, vi auguriamo il meglio nella gara e, soprattutto, per il vostro importante progetto!

Concludiamo con il videomessaggio che i Voltaj hanno indirizzato a tutti i fan degli OGAE d’Europa: