Aminata, cittadina del mondo

0
109

Si considera Lettone, assolutamente Lettone, ma anche multiculturale, a causa delle sue origini e della sua grande voglia di “costruire ponti” fra i popoli. Aminata rappresenterà la Lettonia a Vienna, con il brano “Love injected”. Mancano pochi giorni alla sua esibizione, ma intanto sentiamo cosa ci racconta di se in questa intervista.

OGAE Italy: Ciao Aminata, siamo molto felici di incontrarti per questa breve intervista. Grazie di esserti presa il tempo per rispondere alle nostre domande, e congratulazioni per essere stata scelta come rappresentante Lettone all’Eurovision Song Contest 2015!
Sei un incredibile mix di culture ed etnie: tua madre è Lettone ma ha anche origini Russe, tuo padre è del Burkina Faso. In che modo questa meravigliosa mescolanza di due origini così diverse ha un impatto sul tuo modo di essere?

Aminata: Effettivamente sono un vero esempio di diversità: padre del Burkina Faso, madre di origine Lettone e Russa. Io mi considero soprattutto Lettone, ma credo che moltissime persone in tutto il mondo abbiano le mie stesse sensazioni riguardo alla propria origine. In Europa ci sono così tante nazioni e così tanti ambienti culturali ed etnici! E l’Eurovision Song Contest è il posto giusto per rappresentare le profonde diversità Europee.

OGAE Italy: Hai sempre voluto diventare una cantante: come e quanto è iniziato questo tuo amore per la musica? Hai ricordi particolari d’infanzia legati alla musica?

Aminata: Non saprei definire, ho sempre cantato, fin dalla prima infanzia. Ascoltate la mia voce: è così potente perché ha radici in tre Paesi diversi! Sapete, ho solo 22 anni e ho sempre voluto essere una cantante e solo una cantante. E’ il mio pensiero fisso di ogni giorno, perché sono una cantante!

OGAE Italy: La tua voce, così unica, ti ha procurato successo in molte competizioni musicali. Come hai deciso che era il momento di provare la selezione Lettone per l’Eurovision Song Contest?

Aminata: Sono stata spinta dalla voglia di incontrare persone da tutta Europa e di vedere come rappresenteranno i loro Paesi. Credo che ciascuno di loro abbia una bellissima storia da raccontare. Lo slogan ufficiale di quest’anno, “Building bridges”, è quello di cui abbiamo bisogno in questo momento in Europa: avviciniamoci uno all’altro e condividiamo la nostra diversità.

OGAE Italy: Eri una fan della manifestazione anche prima di partecipare alla selezione nazionale, o è stata solo una delle tante possibilità che ti si sono parate davanti?

Aminata: In Lettonia siamo tutti appassionati, e crediamo che l’Eurovision Song Contest serva a rappresentare le nostre diversità. Credo di essere stata scelta per rappresentare la Lettonia proprio perché la mia canzone parla del potere che ha l’amore di “iniettarsi” in tutti noi rompendo gli stereotipi e i pregiudizi verso gli altri.

OGAE Italy: Ti aspettavi di vincere? Qual è stato il tuo primo pensiero quando ti sei resa conto di essere stata scelta per portare la bandiera Lettone a Vienna?

Aminata: In realtà non ci ho proprio pensato. Tutto ciò che mi interessava veramente era far ascoltare alla gente la mia canzone e la mia storia.

OGAE Italy: “Love injected”, che titolo originale! Sicuramente è il tipo di “iniezione” che chiunque vorrebbe ricevere! Parlaci della tua canzone.

Aminata: Posso descrivere la mia canzone in tre parole. Amore: ti importa veramente di qualcosa quando ami qualcuno? Iniettato: a chi non piacerebbe ricevere un’iniezione d’amore? Energia: quanto hai ricevuto un’iniezione d’amore sei pieno di energia. Se mi avete sentita cantare, vi sarete resi conto dell’energia che hanno tutte le mie canzoni.

OGAE Italy: Il tipo di musica che fai è piuttosto nuovo per quanto riguarda l’Eurovision Song Contest. Come pensi che reagirà il pubblico?

Aminata: Ho scritto questa canzone proprio per l’Eurovision Song Contest, e credo che rispecchi tutti i suoi valori. Portiamo anche in questa gara più diversità! Amo l’Eurovision Song Contest perché anche lui è iniettato d’amore!

OGAE Italy: Sei cantautrice, anche “Love injected” è stata scritta da te. Che cosa ti ispira nello scrivere le tue canzoni?

Aminata: L’amore che le persone intorno a me mi “iniettano” ogni giorno, e l’amore che anche io “inietto” loro.

OGAE Italy: Dicci qualcosa della tua musica preferita e degli artisti che più ti ispirano.

Aminata: Amo ascoltare generi musicali molto diversi, dal rock alla classica. Non ci sono limiti: sono aperta alla nuova musica e amo scoprire quello che non ho ancora sentito. Ho molti favoriti: D’Angelo, FKA twigs, Beyoncé, Rihanna, Sia, Erykah Badu, India Arie, Michael Jackson, Amy Winehouse e altri. In generale è difficile dire esattamente quali musicisti mi abbiano ispirata. Penso che non solo i musicisti, ma tutto possa ispirare: la natura, i film, gli amici, i parenti.

OGAE Italy: Grazie, Aminata, per avere risposto alle nostre domande. Speriamo di vederti a Vienna e ti auguriamo tutto il meglio in questa gara!

Lasciandovi al saluto che Aminata dedica a tutta Europa, ringraziamo anche Zane Gargazina che ha reso possibile questa intervista.