Eurovision Village: Il Volo allontana la pioggia!

0
69

Non era partito sotto i migliori auspici, l’evento delle “Big 5” (quest’anno “Big 6”) di ieri pomeriggio all’Eurovision Village: dalla fine della mattinata, una pioggia fastidiosa e insistente aveva disturbato viennesi ed eurofans, costringendo tutti quelli che non avessero trovato posto nelle tribune coperte a usufruire degli impermeabili usa e getta gentilmente offerti dall’ORF.
Malgrado la situazione piuttosto umida, lo spettacolo è iniziato puntualmente. Dopo l’apertura con l’esibizione di una scuola di flamenco, sul palco è salito Guy Sebastian con i coristi e gli strumentisti che lo accompagnano. Guy, sprezzante della pioggia comunque ancora moderata, ha eseguito una versione di “Tonight again”, oltre ad altre tre canzoni del suo repertorio. 

Dopo questa esibizione, il doveroso omaggio a Udo Jürgens, con un filmato commemorativo e con i ricordi di chi ha diviso con lui tanti anni di lavoro e successi. In bella mostra anche i numerosi riconoscimenti vinti durante la sua carriera.
Quando è uscita sul palco Lisa Angell la pioggia era ormai scrosciante, ma lei non se n’è curata più di tanto. Ha iniziato la sua prima esibizione, un medley fra “Poupée de cire, poupée de son” e “Ne partez pas sans moi” sotto le gocce incessanti, fino a che un gentile inserviente non è arrivato a tenerle un ombrello sulla testa. Secondo pezzo “The greatest love of all”, per finire con “N’oubliez pas”. Esibizione tecnicamente perfetta e con molto pathos, acclamata dal pubblico.

Anche gli Electro Velvet hanno dovuto cantare e ballare sotto la pioggia, insieme ai loro ballerini. Graziosi e spiritosi nella loro “Still in love with you”, ancora più swinganti in un classico, “The lady is a tramp”, a completamento del personaggio.
Ann Sophie, invece, non ha partecipato, lasciando al suo preview video il compito di ricordare la sua canzone al pubblico. Sembra che la cantante sia malata, cosa comune a molti in questa settimana a Vienna, e sicuramente una performance al vento freddo e alla pioggia non avrebbe oltremodo giovato alla sua voce, compromettendo, forse, la partecipazione di Sabato.
Questo è anche il motivo per il quale i ragazzi de Il Volo hanno eseguito solo “Grande amore”. Vogliono, giustamente, risparmiare la voce. Non avrebbero, però, dovuto preoccuparsi per la pioggia, visto che è bastata la loro apparizione a farla smettere quasi definitivamente. Come al solito, la loro esibizione ha ricevuto un’ovazione da parte del pubblico presente.
Ultima a cantare Edurne, che si è presentata con le spalle coperte ma con un generoso spacco, e che si è unita alla scuola di coloro che hanno preferito risparmiarsi, eseguendo solo la sua “Amanecer”. E’ bastata, comunque, per ricevere l’accoglienza entusiasta dal pubblico presente e soprattutto dagli spagnoli, che, sappiamo, possono essere inarrivabili in quanto a sostegno del proprio rappresentante. Che comunque, in questo caso, merita.