Emin, dall’Azerbaijan con “More amor”

0
21

Lo ammettiamo: Vienna ci ha distratti, e, tutti presi dall’evento più importante dell’anno, non ci siamo accorti che, già dalla fine di Aprile, ha fatto capolino nei negozi di CD italiani un volto noto ai più attenti fans eurovisivi.

Se vi capitasse di vedervi davanti la copertina qui sopra, chiedetevi se quel viso d’angelo non vi ricordi qualcuno. Pensateci bene. Un aiutino? Baku, interval act. Ma sì, proprio lui, l’allora genero del presidente azero, che si è esibito durante la serata finale dell’Eurovision Song Contest.

Emin (questo il suo nome, se non ve lo ricordate), nel frattempo è diventato un ex genero (essendosi separato dalla moglie Leyla, che gli ha dato due gemelli), e ha continuato la sua carriera canora. Adesso prova il salto di qualità, affrontando il mercato europeo con questo “Best of”: quindici brani più un remix, quasi un’ora di musica solare, accattivante e adatta a un’atmosfera estiva e molto “easy”.

Nella tracklist non figura, purtroppo, il brano eseguito sul palco di Baku, “Never enough”. Sicuramente, però, ci sono molti altri pezzi che potranno facilmente piacere non solo agli eurofans. Lo si capisce già dal brano di apertura, “Woman”, un midtempo arioso che introduce subito l’atmosfera spensierata del CD, che evoca lunghe giornate in spiaggia e nottate di feste in riva al mare.

La proposta spazia dai classici midtempo (ariosi come “Walk through walls”, felici come “Not alone”, dolci e suadenti come “Obvious” o romantici come “Still”, oltre a “Smile”, al primo successo “Baby get higher” e al già citato “Woman” che compare anche come remix) ai pezzi più dance (“Boomerang”, il più soft “Amor” con elementi spagnoleggianti, “Into the night” e “Sweetest feeling”), senza ovviamente dimenticare le ballate: la solare “Footsteps”, le intimiste “I’ll be there” e “Just for one night”, la romantica “Anytime you fall”.

Niente di particolarmente impegnato, ma sicuramente un modo rilassante e divertente di passare un’oretta in musica. Cercatelo tra gli scaffali del vostro negozio di CD preferito, e, se volete, date un’occhiata al sito ufficiale di Emin.