Seconda semifinale, quella nella quale vota anche l’Italia. La nostra giuria di esperti formata dal presidente Max Novaresi e dai giurati Paolo Belli, Alessandro Pigliavento, Andrea Delogu e  Stefania Zizzari, ha già votato ieri sera durante la prova generale.  Questa sera invece tocca agli italiani che tramite il televoto decidono metà del risultato.

Anche questa sera diciotto nazioni in gara, dieci accederanno alla finale di Sabato 14 Maggio. I restanti otto saranno solamente spettatori ma avranno il diritto di voto per decretare il vincitore 2016.

Dopo la sigla dell’Eurovisione, Petra Mede e Måns Zelmerlöw, i presentatori, ci raccontano la storia dell’Eurovision con uno stupendo musical, i saluti di rito e il bentornato agli spettatori, come sempre poche chiacchiere e si inizia la gara.
01. Lettonia: Justs “Heartbeat” – Si inizia subito con una grande voce. Justs la usa tutta per fare battere i cuori degli spettatori e ci riesce molto bene. La sua canzone è un gran pezzo dal sapore internazionale. Un po’ penalizzato ad aprire la gara ma passerà senza grossi problemi.
02. Polonia: Michał Szpak “Color of your life” – Brano molto melodico e mediterraneo che sicuramente piacerà anche ai paesi del Sud Europa. Il cantante lo interpreta con passione e in modo convincente. Altra finalista quasi sicura.
03. Svizzera: Rykka “The last of our kind” – La bella svizzera ci canta un pezzo che si ispira alle grandi ballate delle più famose colleghe di fama internazionale. Interpretazione delicata e senza pretese sotto una pioggia di luce. La sua qualificazione è molto incerta.
04. Israele: Hovi Star “Made of stars” – Grande interpretazione per questa ballata che esplode nel finale. Hovi sa stare sul palco e il risultato è piuttosto evidente. Un po’ superflui i due acrobati con il cerchio. Ovviamente non manca la  pioggia di stelle! Sicuramente in finale!
05. Bielorussia: Ivan “Help you fly” – Grandi effetti speciali per questo ritmato europop. Dall’ologramma del cantante nudo al bambino con il pannolino passando per un po’ di lupi. Anche Ivan è a suo agio sul palco e molto probabilmente passerà in finale.
06. Serbia: Zaa “Goodbye (Shelter)” – Che performance! Zaa è stupenda e tutta la coreografia ruota attorno a lei, ballerine ed acrobata compresi. Subito in finale!
07. Irlanda: Nicky Byrne “Sunlight” – L’ex-Westlife porta in gara forse il più radiofonico dei pezzi della serata. Sul palco con la band,  esegue il suo compito senza strafare. La qualificazione è borderline.
08. E.R.I. Macedonia: Kaliopi “Dona” – Atmosfera anni 90 per questa ballata un po’ datata ma che viene valorizzata dalla voce e dal carisma di Kaliopi. Anni di esperienza sul palco si notano e non poco. Purtroppo la qualificazione è in bilico.
09. Lituania: Donny Montell “I’ve been waiting for this night” – Donny ci riprova con questo europop che però sembra non esplodere mai. Lui è molto bravo e fa pure una capriola forse fuori luogo ai fini dell’esibizione. Basterà per passare in finale?
10. Australia: Dami Im “Sound of silence” – Che dire? Semplicemente perfetta! Dami Im, seduta su di un cubo, è bravissima live e la canzone potrebbe essere cantata da una qualsiasi star internazionale. Ovviamente è la grande favorita della serata e sarà sicuramente in finale e forse qualcosa in più!
11. Slovenia: ManuElla “Blue and red” – Pezzo pop molto orecchiabile e ben interpretato dalla bella slovena. Forse un po’ troppo easy per passare alla finale. Acrobata sul palo e fuoco a volontà tanto per gradire!
12. Bulgaria: Poli Genova “If love was a crime” – Ed ecco l’altra grande favorita dagli eurofans dopo l’austriaca Zoë. Brano pop che mischia un po’ di dance che la cantante richiama con alcuni passi di danza e un abito un po’ strano e le sue coriste. La qualificazione sembrerebbe quasi sicura e sarebbe solamente la seconda per la Bulgaria dal 2005.
13.Danimarca: Lighthouse X “Soldiers of love” – Il gruppo danese ci propone una canzone pop piuttosto facile e senza grandi pretese. Potrebbe qualificarsi a sorpresa.
14. Ucraina: Jamala “1944” – Altra grande favorita non solo per il passaggio in finale ma anche per la vittoria. Jamala è un’interprete eccezionale e la canzone impegnata fa il resto. Grande qualità sul palco!
15. Norvegia: Agnete “Icebreaker” – Agnete sale sul palco accompagnata dalla sua ballerina. Buona interpretazione per questo brano pop di ampio respiro. Anche qui non ci dovrebbero essere dubbi sulla sua qualificazione.
16. Georgia: Nika Kocharov & Young Georgian Lolitaz “Midnight gold” – Pop rock elettronico per la band georgiana. Sicuramente una scelta coraggiosa che, al di là della bella presentazione luminosa, avrà molte difficoltà a qualificarsi.
17. Albania: Eneda Tarifa “Fairytale” – Eneda usa tutta la sua voce per raccontarci la sua favola. Europop balcanico che faticherà molto ad entrare in finale.
18. Belgio: Laura Tesoro “What’s the pressure” – L’ultima canzone della serata è un buon funky cantato e ballato perfettamente dalla cantante e dai suoi ballerini e coristi. Coreografia anni 70 con cerchi colorati molto bella visivamente. Altra sicura finalista.
Dopo il classico recap delle canzoni in gara e l’intervallo di danza “Man Vs Machine”, vengono presentati i restanti Big 5 che votano stasera: Regno Unito, Germania e soprattutto Italia! La nostra Francesca è presente in Arena e come sempre riceve un sacco di applausi! Non c’è che dire, anche quest’anno l’Italia è al centro dell’attenzione per la qualità e la serietà della entry proposta!

Ma ecco i risultati!
Passano in finale:Lettonia
Georgia
Australia
Lituania
Polonia
Serbia
Bulgaria
Israele
Ucraina
Belgio

Più tardi, dopo la conferenza stampa, verrà svelato l’ordine di gara per la finale di Sabato 14 Maggio.