Home #ESC2017 Eurovision 2017: 43 paesi in gara a Kiev

Eurovision 2017: 43 paesi in gara a Kiev

0
SHARE
L’EBU ha da poco comunicato che saranno 43 i paesi in gara al 62° Eurovision Song Contest che si svolgerà a Kiev, Ucraina, dal 9 al 13 Maggio 2017.
43 è il numero massimo di paesi che finora hanno partecipato alla gara europea eguagliando il record del 2008 e del 2011.
Rispetto allo scorso anno si nota l’assenza della Bosnia ed Erzegovina, a causa di gravi problemi economici della tv di stato BHRT, e il gradito ritorno di Romania, dopo l’esclusione nel 2016 a causa del mancato pagamento della quota associativa EBU da parte della TVR, e del Portogallo, dopo una pausa per la riorganizzazione della RTP. Di nuovo in gara anche l’Australia ormai diventata una presenza fissa del contest.
Nonostante le polemiche sul nuovo sistema di votazione, i nostri amici di San Marino ritornano anche quest’anno in gara.
Ecco la lista dei concorrenti (tra parentesi la
rispettiva tv di stato):
  • Albania (RTSH)
  • Armenia (AMPTV)
  • Australia (SBS)
  • Austria (ORF)
  • Azerbaigian (ICTIMAI TV)
  • Belgio (RTBF)
  • Bielorussia (BTRC)
  • Bulgaria (BNT)
  • Cipro (CYBC)
  • Croazia (HRT)
  • Danimarca (DR)
  • E.R.I. Macedonia (MKRTV)
  • Estonia (ERR)
  • Finlandia (YLE)
  • Francia (FTV)
  • Georgia (GPB)
  • Germania (ARD/NDR)
  • Grecia (ERT)
  • Irlanda (RTE)
  • Islanda (RUV)
  • Israele (IBA)
  • Italia (RAI)
  • Lettonia (LTV)
  • Lituania (LRT)
  • Malta (PBS)
  • Moldavia (TRM)
  • Montenegro (RTCG)
  • Norvegia (NRK)
  • Paesi Bassi (AVROTROS)
  • Polonia (TVP)
  • Portugallo (RTP)
  • Regno Unito (BBC)
  • Repubblica Ceka (CT)
  • Romania (TVR)
  • Russia (CHANNEL ONE)
  • San Marino (RTV)
  • Serbia (RTS)
  • Slovenia (RTVSLO)
  • Spagna (TVE)
  • Svezia (SVT)
  • Svizzera (SRG/SSR)
  • Ucraina (NTU)
  • Ungheria (MTVA)
Nessuna novità invece per chi si aspettava il debutto di qualche nuovo paese come il Kazakistan o il ritorno dei grandi assenti come la Turchia o la Slovacchia.
Ecco il messaggio dell’Executive Supervisor dell’Eurovision, Jon Ola Sand: