Joci Pápai difenderà i colori del paese magiaro al prossimo Eurovision Song Contest 2017 che si svolgerà dal 9 al 13 Maggio a Kiev, Ucraina.

József Pápai, classe 1981, di origine Rom, è principalmente un cantante rap anche se non disdegna di comporre canzoni pop, soul e rock. Debutta nel talent “Megasztár 2005” al quale segue il suo primo singolo di successo intitolato “Ne nézz így rám című” nel 2006. Inizia una proficua collaborazione con il rapper Majka e la sua ultima hit datata 2015 si intitola “Mikor a test örexik”.

Joci canterà “Origo” (Origine) scritta dallo stesso Joci e da Max Tailor e Szabó Martón.

 

In diretta dagli studi MTVA di Budapest, si è appena conclusa la seleziona nazionale ungherese per l’Eurovision 2017. Presentata da Csilla Tatár e Levente Harsányi, “A Dal 2017” vede l’alternarsi sul palco di 8 cantanti e le relative canzoni.

La gara si svolge in due round. Nel primo una giuria di esperti sceglie 4 canzoni che si sfidano nel secondo. A questo punto entra in gioco il televoto che decide il vincitore.

Le 8 canzoni si sono qualificate dopo varie puntate di semifinali.

Gabi Tóth & Freddie Shauman featuring Begi Lotfi “Hosszú idők”
La grande favorita Gabi tenta la fortuna con questo brano ispirato alla tradizione folk ungherese e prodotto, fra gli altri, anche da Bigi Lotfi, Eurovision 2012 con il gruppo Compact Disco. La canzone è imponente e ben presentata.

Soulwave “Kalandor”
Il gruppo dei Soulwave ci presenta un buon pezzo pop caratterizzato da un ritmo country molto orecchiabile.

Gigi Radics “See it through”
Gigi ci prova anche quest’anno con questa delicata ballata che ricorda le canzoni che cantano le principesse nei vari film della Disney. “See it through” è la versione inglese di “Végtelen hajó”.

Kallay Saunders Band “17”
Kallay, Eurovision 2014, e la sua band ci cantano un brit pop dal sound molto internazionale.

Leander Kills “Élet”
Il gruppo dei Leander Kills ci propongono un brano hard rock ben strutturato.

Zävodi & Olivér Berkes “#Háttérzaj”
Marcel e Olivér portano in gara un brano soul caratterizzato da un ritmo anni 50. Potrebbe essere il dark horse della serata.

Joci Pápai “Origo”
Joci canta in ungherese un brano intenso che strizza l’occhio al folk locale e al rap. Sicuramente una delle migliori della serata.

Gina Kanizsa “Fall like rain”
Gina ci propone la sua triste ballata con finale urlato. Il pianoforte la fa da padrone. Tipica canzone da giurie.

Passano al prossimo turno:

  • Gigi Radics “See it through”
  • Joci Pápai “Origo”
  • Gina Kanizsa “Fall like rain”
  • Zävodi & Olivér Berkes “#Háttérzaj”

Ora tocca al pubblico ungherese decretare il vincitore e il televoto decide che rappresenterà l’Ungheria a Kiev.

Vince: Joci Pápai