Anja Nissen rappresenterà la Danimarca alla 62° edizione dell’Eurovision Song Contest che si svolgerà a Kiev, Ucraina, dal 9 al 13 Maggio 2017.

Anja, classe 1995, di origini australiane, ha vinto l’edizione 2014 del talent “The Voice Of Australia” grazie alla quale ha inciso il suo primo album. Nel 2016 ha partecipato alla selezione danese per l’Eurovision classificandosi al secondo posto con “Never alone” scritta, tra gli altri, da Emmelie De Forest, la vincitrice dell’Eurovision 2013.

Anja canterà nella seconda semifinale dell’11 Maggio “Where I am” scritta dalla stessa Anja con Angel Tupai e Michael D’Arcy.

 

In diretta dalla Jyske Bank Boxen di Herning, Annette Heick e Johannes Nymark presentano la selezione nazionale danese “Dansk Melodi Grand Prix” per decidere il rappresentante del paese scandinavo al prossimo Eurovision 2017.

Le 10 canzoni in gara vengono giudicate da una giuria di fans eurovisivi e dal televoto.

Ida Una “One”
Iniziamo con un tipico up-tempo scandinavo che piace molto agli eurofans anche se il tutto sa di già sentito anche troppe volte.

Thomas Ring “Vesterbro”
L’unica canzone in danese è sicuramente fra le migliori della serata. Moderna e con un ritmo sostenuto potrebbe essere la vincitrice a sorpresa anche se, da sempre, il pubblico danese preferisce le canzoni in inglese.

Rikke Skytte “Color my world”
E’ la volta di una ballata pop-fantasy, cioè influenzata da sonorità celtiche e nordiche, piuttosto convincente anche se a tratti ricorda “Only teardrops”, la vincitrice danese 2013.

Anja Nissen “Where I am”
Anja ci riprova dopo il secondo posto dello scorso anno. Buon brano dal sapore internazionale interpretato con passione.

Calling Mercury “Big little lies”
Questo duo maschile porta in gara una classica ballata da boyband inglese. Niente di particolarmente interessante.

Anthony “Smoke in my eyes”
Un mix fra lo swing anni 60 e il funky che si perde un po’ per strada.

René Machon “Warriors”
Altro mid-tempo che fa il verso ai successi internazionali. Un po’ troppo anonimo.

Sada Vidoo “Northern lights”
Interessante ballata del genere pop-fantasy con una costruzione un po’ particolare come l’eccentrica cantante che fa la differenza.

Jeanette Bonde “Hurricane”
Altro brano dal sapore internazionale con un buon ritmo incalzante.

Johanna Beijbom “A.s.a.p.”
Si chiude la gara a pieno ritmo con questo pezzo soul-dance che a questo punto sembra essere uno dei favoriti.

 

Si apre il televoto. Le 3 più votate passano alla fase successiva:

Ida Una “One”   26%

Anja Nissen “Where I am”   64%

Johanna Beijbom “A.s.a.p.”   10%

Vince: Anja Nissen