Home #ESC2017 Eurovision 2017: la Lituania a Kiev con i Fusedmarc

Eurovision 2017: la Lituania a Kiev con i Fusedmarc

0
SHARE

Il duo Fusedmarc e la sua “Rain of revolution” rappresenterà la Lituania al prossimo Eurovision Song Contest 2017 che si svolgerà a Kiev, Ucraina, dal 9 al 13 Maggio.

I Fusedmarc sono Viktorija Ivanovskaja, voce, e Denis Zujev, strumentazione, cantano dal 2004. Nel 2007 vincono il premio come “Miglior band di musica sperimentale” e nel 2008 come “Miglior band elettronica”. Il primo EP “Contraction” risale al 2005 e fanno concerti in tutta Europa. Viktorija ha fatto parte della famosa band lituana Saulės Kliošas.

“Rain of revolution” è stata scritta dai Fusedmarc stessi e da Michail Levin.

La Lituania scenderà in campo nella seconda semifinale di Giovedì 11 Maggio che verrà trasmessa da Rai 4 alle 21:00.

 

È appena terminata la selezione nazionale lituana “Eurovizijos Dainų Konkurso Nacionalinė Atranka” presentata da Ieva Stasiulevičiūtė e Gabrielė Martirosianaitė in diretta dalla Švyturio Arena di Klaipėda.

Dopo una serie di 10 semifinali, 7 canzoni si sono qualificate per il gran finale. Il vincitore verrà decretato dal televoto, per il 50%, e da una giuria di esperti, per il restante 50%.

  • Paula “Let you go”: la prima canzone in gara è un mid-tempo con un ritmo funky e il ritornello fatto da vocalizzi elettronici.
  • Gabrielius Vagelis “Feel myself free”: l’unica ballata della serata. Un classico che funziona sempre.
  • Greta Zazza “Like I love you”: Greta ci propone un pop ritmato con l’uso di cori elettronici. Evidentemente in Lituania è molto di moda usare questi effetti speciali.
  • Fusedmarc “Rain of revolution”: i grandi favoriti portano in gara un pezzo elettronico con elementi di funky e soul. Il ritornello non è molto incisivo ma il tutto crea un’atmosfera molto internazionale.
  • Aistė Pilvelytė “I’m like a wolf”: Aistė tenta per la decima volta di rappresentare il proprio paese all’Eurovision. La sua canzone è scritta dalla lettone Aminata, Eurovision 2015 come cantante e 2016 come autrice. È un ottimo elettropop urbano ritmato con il finale urlato… come un lupo!
  • Lolita Zero “Get frighten”: Lolita Zero ci propone un freaky pop dal ritornello martellante. La cosa incredibile è che il solista canta in playback, doppiato da un corista ovviamente live, mentre spacca con le mani alcune angurie sul palco!
  • Kotryna Juodzevičiūtė “Love shadow”: l’ultima della serata è un altro brano dal sapore internazionale sul genere di ballata soul.

Si apre il televoto e vota la giuria.

Vincono i Fusedmarc!