Si è concluso l’incontro di tutte le 43 delegazioni dei paesi partecipanti alla prossima edizione dell’Eurovision Song Contest in programma ieri 13 Marzo a Kiev, Ucraina.

Ai presenti è stato illustrato il programma ed è stato fatto il punto della situazione. Ciascuno ha consegnato tutto il materiale necessario per la partecipazione alla gara canora in programma nella capitale ucraina dal 9 al 13 Maggio.

Purtroppo la Russia non è voluta presenziare per questioni di sicurezza a causa delle tensioni fra i due paesi per la contesa della Crimea, la regione situata al confine di entrambe. Nemmeno l’Eurovision è esente dalle conseguenze della guerra fra le due ex repubbliche sovietiche e sicuramente le problematiche non finiranno qui.

Durante il meeting è stato un po’ illustrato come sarà lo show, l’idea delle cartoline di introduzione, la presenza delle due vincitrici ucraine Jamala, nel 2016, e Ruslana, nel 2004, all’interno dei tre show. E’ stato anche sorteggiato il numero di gara per i padroni di casa: il numero 22.

È stata confermata al Parkovy Convention come sede dell’Euro Club dove le delegazioni, i fans e la stampa passeranno e serate fra musica e divertimento.

L’Eurovision Village sarà sul viale Khreschatyk dove, oltre a varie animazioni, ci saranno anche concerti e party dei più svariati cantanti.

Il Red Carpet si svolgerà Domenica 7 Maggio al Mariyinsky Palace mentre la ceriomonia di apertura si terrà all’Euro Club.

Ieri è stato rieletto nel Reference Group anche il nostro capo delegazione, nonché responsabile della Rai per le relazioni internazionali, Nicola Caligiore. Qui il nostro articolo.

Per il momento dall’EBU è tutto, alla prossima puntata con l’ordine di gara delle due semifinali in programma Martedì 9 e Giovedì 11 Maggio.

Stay tuned…