E’ giunto alla settima edizione “Meraviglioso Modugno”, il festival che Polignano a Mare, suo paese natale, ha voluto dedicare al ricordo di Domenico Modugno, vero e proprio capostipite della canzone italiana moderna: colui che tutto il mondo ricorda per “Nel blu dipinto di blu” e per il grido “Volareeeeee”, intonato a braccia aperte, come nessuno mai aveva osato fare fino a quel momento. Era il 1958, e quel gesto iconoclasta, unito alla bellezza innovativa della canzone, gli valse la vittoria al Festival di Sanremo e il terzo posto all’Eurovision Song Contest.

Il nome della manifestazione si riferisce invece a “Meraviglioso”, altra incantevole canzone di Modugno, storia di un suicidio sventato. Il festival, che si svolge ogni anno proprio a Polignano a Mare, ospita sempre diversi big della musica italiana, che si riuniscono per omaggiare il Mimmo nazionale. Quest’anno tocca, fra gli altri, a Fabrizio Moro, Arisa, Max Gazzè, Ron, Syria e Tony Canto, gli Ex-Otago, Marianne Mirage, Francesco Guasti, Leonardo Lamacchia, Federica Carta.

L’appuntamento è per il 9 Agosto: se vi trovate da quelle parti, vale la pena di farci un salto. E, già che ci siete, non mancate di rendere omaggio alla statua che vedete nella foto qua sopra, nella quale il nostro Mimmo è immortalato nel gesto che lo ha reso famoso in tutto il mondo.