Il duo Zibbz rappresenterà la Svizzera al 63° Eurovision Song Contest che si svolgerà a Lisbona dall’8 al 12 Maggio.

Gli Zibbz difenderanno i colori del paese elvetico nella prima semifinale con la canzone “Stones” scritta da Corinne Gfeller, Stee Gfeller e Laurell Barker.

 

In diretta dal SRF Tv studios di Zurigo, Sven Epiney presenta le sei canzoni in gara giudicate da una giuria di esperti internazionali e dal televoto. Le giurie internazionali sono formate da Albania, Armenia, Germania, Francia, Islanda, Israele e Italia con il nostro Nicola Caligiore.

Le canzoni sono state scelte con l’aiuto del guru svedese dell’Eurovision, Christer Björkman, sul modello del famoso Melodifestivalen che ha portato più volte il paese scandinavo ai vertici delle classifiche.

I cantanti provengono in due dalla svizzera tedesca, gli Zibbz e Naeman, altri due da quella francese, Angie Ott e Alejandro Reyes, una dalla Germania, Vanessa Iraci, e una dalla Svizzera italiana, Chiara Dubey.

Inizia con una banda che accompagna la vincitrice dello scorso anno Miruna che fa un breve accenno alla sua “Apollo”.

Una breve introduzione da parte del presentatore, passerella dei cantanti in gara e si inizia.

ZibbzStones: il duo formato dai fratelli Corinne e Stee GFeller ci propone un soul potente con suoni decisi e una ritmica piuttosto marcata. Il ritornello quasi orchestrale fa il resto. Sicuramente un’ottima scelta per la Svizzera. Sul palco due piramidi luminose che contengono i due cantanti e le relative percussioni, giochi di luce e pietre che esplodono. Il look lascia un po’ a desiderare, sembrano appena usciti per una commissione.

Angie OttA thousand times: la seconda classificata a The Voice Of Switzerland 2013 porta in gara una ballata rockeggiante che ricorda i successi degli Evanescence. Niente di nuovo ma molto piacevole all’ascolto. Angie è sola sul palco in mezzo a giochi di luce blu e bianchi. Vestita di rosso, molto elegante, con lacrimuccia sul finale.

NaemanKiss me: il pubblico al quale si rivolge Naeman è chiaro fin dalle prime note. La classica canzone per adolescenti sulla falsa riga del Justin Bieber di turno. Naeman è accompagnato da 4 ballerini, balla e canta bene su uno sfondo bianco, nero e blu. Tutto in bianco con t-shirt extra lunga e annesso cappellino che leva nel finale. Finora la migliore performance.

Chiara DubeySecrets and lies: dopo un paio di partecipazioni alla selezione svizzera nel 2012 con “Anima nuova” e nel 2013 con “Bella sera“, torna in gara con questo piccolo gioiello. Una stupenda ballata unplugged con piano, violini e fiati che risalta la voce di Chiara. Sarebbe una scelta di gran classe e un qualcosa di inusuale per l’Eurovision. Sopra una pedana luminosa, Chiara brilla in mezzo ad una pioggia di luce colorata e fumo che sembra sopra le nuvole. Il look in bianco e nero è molto elegante. Perfetta in tutto e per tutto!

Alejandro ReyesCompass: di chiare origini cilene, Alejandro ci propone un ritmo latino forse un po’ troppo inflazionato in questo periodo. Buona l’introduzione ma il ritornello è piuttosto debole. Alejandro è fra gli autori anche della canzone di Naeman. Accompagnato da 4 ballerini alle percussioni, Alejandro suona la chitarra su di uno sfondo blu, bianco e rosso. Pantaloni neri e giacca rossa completano il quadro.

Vanessa IraciRedlights: direttamente da The Voice Of Switzerland 2014, Vanessa si affida ad un team internazionle già autore di varie canzoni eurovisive. Il risultato è un piacevole mix che strizza l’occhio ai vari generi. Prigioniera dentro ad un cubo luminoso, con molti effetti grafici bianchi e rossi, Vanessa fa una buona performance a gran voce. Il look è total black con con due vertiginosi spacchi ai lati molto sexy.

Un breve recap e via al televoto!

Nell’intervallo si ricorda l’avventura ucraina di Miruna con i suoi Timebelle, eliminati in semifinale, e Salvador Sobral, il vincitore dell’edizione 2017, con una versione corale di “Amar pelos dois” cantata da Letizia Carvalho .

Ma ecco i risultati… arrivano i voti delle giurie internazionali che premiano gli Zibbz. Si aggiungono i voti del televoto che confermano la vittoria degli Zibbz.

Ecco la classifica completa:

  1. Zibbz “Stones” 153 punti
  2. Alejandro Reyes “Compass” 120 punti
  3. Vanessa Iraci “Redlights” 67 punti
  4. Chiara Dubey “Secrets and lies” 66 punti
  5. Angie Ott “A thousand times” 65 punti
  6. Naeman “Kiss me” 33 punti