Alla Sala Polivalente di Bucarest si è conclusa stasera la selezione romena per l’Eurovision 2018, che, quest’anno, ha previsto un percorso di sei serate, cinque semifinali e una finale, tenute in cinque diverse città. Focsani, Timisoara, Craiova, Sighisoara e Turda (in particolare, in quest’ultimo caso, il palco è stato montato dentro una delle miniere di sale per le quali la città è famosa).
La selezione è stata organizzata in questo modo per ricordare il centenario dell’unificazione della Romania, della Transilvania e di altre province nel Regno di Romania, il Primo Dicembre 1918.

Abbiamo ascoltato un po’ di tutto: qualcosa di internazionale, qualche bella voce, in inglese o in romeno, un ritmo zingaro, e poi uno africano, e anche due italiani in duetto (Erminio Sinni, che ha partecipato a SanRemo nel 1993 con L’amore vero, e Tiziana Camelin). E Mihai Traistariu (Romania 2006 – Tornerò) che ci riprova (con la canzone Heaven).

Lo spettacolo è stato condotto, anche, da Cezar Oatu (Romania 2013 – It’s my life).

Invitata come ospite, ma anche come giudice nella preselezione all’audizione iniziale, Ilinca Bacila, la cantante di yodel che l’anno scorso, in coppia con Alex Florea, è arrivata settima all’Eurovision, riportando il Paese in top ten dopo sette anni.

Invitati anche i DoReDos, che, appena vinta la finale moldava, hanno cantato la loro My lucky day.

E alla fine, dopo un’estenuante ora di televoto, hanno vinto i The Humans con la canzone Goodbye, in un giudizio esclusivamente da parte del pubblico, che, quest’anno ha deciso, senza aggiunta di giurie qualificate, chi mandare all’Eurovision di Lisbona.

Ascoltiamoli: