Home #ESC2018 Eurovision 2018: Ari Ólafsson difenderà i colori dell’Islanda

Eurovision 2018: Ari Ólafsson difenderà i colori dell’Islanda

0
SHARE

Ari Ólafsson rappresenterà l’Islanda al prossimo Eurovision Song Contest che si svolgerà dall’8 al 12 Maggio a Lisbona.

Ari canterà sul palco dell’Altice Arena “Our choice” scritta da  Þórunn Erna Clausen.

La versione in islandese si intitola “Heim“.

Raghhildur Steinunn Jónsdóttir e Jón Jónsson presentano l’edizione 2018 del Söngvakeppnin, la selezione nazionale islandese per l’Eurovision.

Dopo una serie di semifinali, 6 canzoni saranno giudicate in 2 round di votazioni. Nella prima 2 verranno scelte per la Superfinale dal televoto e da una giuria di esperti; nella seconda il solo televoto decreterà la vincitrice.

Fókus Hópurinn – “Battleline”: band formata da cinque cantanti, i Fókus Hópurinn ci propongono una ballata ritmata sul genere dei Of Monsters And Men. Molto coinvolgente e ben interpretata, ognuno ha la sua parte mentre il ritornello è corale.

Áttan – “Here for you”: il duo Áttan interpreta un pop elettronico. Inizia lui con due coristi; a metà canzone subentra lei con due coriste. Sul finale si ricongiungono e riformano il duo.

Ari Ólafsson – “Our choice”: inizio soft e delicato per Ari che con il suo gruppo interpreta la sua ballata in maniera impeccabile anche se forse un po’ troppo classica.

Heimilistónar – “Kúst og fæjó”: le quattro componenti del gruppo sono state definite in maniera spiritosa “le casalinghe disperate” per il loro look un po’ improvvisato e per la loro età non proprio giovanissima. Il brano è molto allegro e scanzonato. Un tipico up-tempo scandinavo molto di moda negli anni 80. Molto colorate, ognuna canta su di un piedistallo, e accompagnate da due coristi maschi.

Aron Hannes – “Golddigger”: ed ecco il favorito per la vittoria finale. Aron porta in gara uno dei brani più internazionali e attuali delle canzoni della serata. Un pop funky con un ritornello contagioso e ben costruito. Aron è attorniato da 5 ballerini-coristi.

Dagur Sigurðarson – “Í stormi”: Dagur ha l’unica big ballad in gara e la interpreta con gran voce e passione assieme ai suoi quattro coristi. Il ritornello è marcato da un acuto che fa scattare in automatico l’applauso.

Parte il televoto e votano le giurie. I due superfinalisti sono:

  • Ari Ólafsson – “Our choice”
  • Dagur Sigurðarson – “Í stormi”

Riparte il televoto che premia Ari Ólafsson!