Lasciatecelo dire: Antonello Carozza, uno dei migliori amici di OGAE Italy, è davvero un uomo dalle mille risorse. da “Amici” a Sanremo Giovani, dalla preselezione russa del 2010, che l’ha portato, lo stesso anno, al Second Chance, al lavoro dietro le quinte per il Junior Eurovision e per l’Eurovision Song Contest. Quasi non avevamo finito di intervistarlo riguardo all’evento da lui curato “Buon Compleanno Fred” (qui potete vedere l’intervista), che, Giovedì scorso, ce lo siamo trovato davanti, anche se al di là del teleschermo, alle “Blind auditions” per “The Voice of Italy”!

Per convincere i giudici, Antonello ha interpretato la splendida “Neutron star collision” dei Muse, iniziando seduto al pianoforte e poi alzandosi con il crescendo della tensione. Francesco Renga ha impiegato pochissimi secondi a voltarsi, e, poco dopo, si è convinta e girata anche Cristina Scabbia, che ha tentato, fino all’ultimo, di strappare Antonello al collega. Ma Renga aveva, su di lei, un grande vantaggio: in occasione dell’esperienza di Antonello ad “Amici” è stato proprio lui, in qualità di giudice esterno, a permettergli l’ingresso al talent. Inoltre, ha raccontato Antonello, il brano che lui, prima di diventare professionista, cantava sempre nei karaoke era proprio “Tracce di te” di Renga. Era scontata, a questo punto, la scelta: e così Antonello è entrato a far parte del #teamfrancesco.

Inutile dire che OGAE Italy seguirà fino all’ultimo questa nuova avventura di Antonello! Intanto godiamoci di nuovo la sua “Blind audition”, e incrociamo le dita per lui!