Amadeus è ufficialmente stato riconfermato come direttore artistico del Festival di Sanremo 2022 che si svolgerà, pandemia permettendo, dal 1 al 5 Febbraio.

Sarà la terza edizione consecutiva che vedrà al timone della kermesse sanremese il presentatore di origini romagnole.

Al momento non è ancora confermato se avrà anche il ruolo di presentatore ma si presume che non ci saranno dubbi a tal proposito.

Al di là degli ascolti televisivi, la sfida vera e propria sarà quella di formare un cast canoro che possa eguagliare quello dell’ultima edizione soprattutto a livello di vendite.

Sono infatti 15 su 26 i brani sanremesi dei Campioni dell’edizione 2021 che sono stati certificati:

  • Zitti e buoni – Måneskin (4 dischi di platino)
  • Musica leggerissima – Colapesce e Dimartino (4 dischi di platino)
  • Voce – Madame (3 dischi di platino)
  • Chiamami per nome – Francesca Michielin e Fedez (2 dischi di platino)
  • La genesi del tuo colore – Irama (2 dischi di platino)
  • Mai dire mai – Willie Peyote (disco di platino)
  • Dieci – Annalisa (disco di platino)
  • Amare – La Rappresentante di Lista (disco di platino)
  • Glicine – Noemi (disco di platino)
  • Parlami – Fasma (disco di platino)
  • Fiamme negli occhi – Coma_Cose (disco di platino)
  • Un milione di cose da dirti – Ermal Meta (disco d’oro)
  • Potevi dare di più – Arisa (disco d’oro)
  • Ora – Aiello (disco d’oro)
  • Cuore amaro – Gaia (disco d’oro)

Sicuramente anche quest’anno il rappresentante italiano verrà scelto dal Festival.

Come di cosueto l’onore e l’onere di tale ruolo verrà proposto al vincitore che, visto il successo discografico anche all’estero dei Måneskin e di Mahmood, sicuramente non rifiuterà.

Inutile ricordare che i vincitori di Sanremo 2021 hanno riportato l’Eurovision in Italia dopo ben 31 anni.

E sicuramente un piccolo merito lo dobbiamo attribuire anche ad Amadeus che con le sue scelte fuori dagli schemi sanremesi ha dato la possibilità alla band romana campione d’Europa di partecipare alla gara.