Diodato

Nell’attesa di conoscere la città italiana che ospiterà l’Eurovision Song Contest 2022 e i presentatori che la RAI sceglierà per l’occasione, un’altra domanda ci tormenterà fino al prossimo febbraio: quale cantante rappresenterà l’Italia?

Da qualche settimana conosciamo il nome del direttore artistico che organizzerà e sceglierà le canzoni in gara al prossimo Festival di Sanremo che, con ogni probabilità, designerà anche il rappresentante eurovisivo italiano: Amadeus.

Come di consueto, se non ci saranno stravolgimenti nel regolamento, il vincitore di Sanremo verrà invitato a rappresentare l’Italia all’Eurovision come succede dal 2015.

Per la serie “chiacchiere sotto l’ombrellone”, ci divertiamo a fare delle supposizioni su chi potrebbe essere il rappresentante perfetto fra gli ipotetici partecipanti al prossimo Festival della Canzone Italiana in caso di una loro vittoria.

Il primo nome che prendiamo in considerazione è sicuramente quello di Diodato. Il cantante che avrebbe dovuto rappresentare l’Italia con “Fai rumore” nella cancellata edizione dell’Eurovision 2020, potrebbe tornare il gara al festival e riprendersi il posto che gli spetta.

Tutti conosciamo la bravura, l’intensità e la sensibilità del cantautore pugliese (nato ad Aosta) che accetterebbe di buon grado l’incarico nel caso di una sua ipotetica vittoria.

Michele Bravi

Un altro cantautore caratterizzato da una forte sensibilità è l’umbro Michele Bravi.

Il cantante vincitore di X Factor 2013 sicuramente sarebbe un rappresentante perfetto.

Le sue melodie ricercate e la sua sentita interpretazione porterebbero sicuramente in alto i colori della bandiera italiana conquistando i cuori di molti giurati e di molti spettatori europei.

Da molti considerato come il rappresentante perfetto, il romano (nato a Verona) Achille Lauro potrebbe risultare una scelta vincente.

Il suo look spettacolare e allo stesso tempo irriverente potrebbe davvero bucare lo schermo.

Elodie

Lei l’abbiamo potuta ammirare come ospite e presentatrice all’ultimo Festival di Sanremo e ci ha stupito. Sa ballare e cantare e le sue canzoni fanno sempre centro. Stiamo parlando della romana Elodie.

Il suo genere musicale sicuramente piacerebbe al pubblico europeo più giovane e mostrerebbe un’ulteriore sfaccettatura della varietà della musica italiana.

Visto che un gruppo ci ha portato fortuna, perché non riprovarci con un altro?

Un gruppo giovane con un sound internazionale e versatile  sia in italiano sia in inglese: i campani The Kolors.

Sicuramente la verve e la capacità di tenere il palco del lead singer Stash incanterebbero il pubblico europeo.

Irama

Dal momento che come direttore artistico è stato riconfermato Amadeus, quasi sicuramente verrà data una seconda possibilità a Irama. Vittima involontaria del Covid, il cantante lombardo (nato a Carrara) potrebbe tornare al Festival.

Vincendolo chiuderebbe il cerchio dei “giovani di successo” che hanno partecipato a Sanremo Giovani 2016: Francesco Gabbani, Ermal Meta e Mahmood, tutti poi vincitori della categoria Campioni e rappresentanti italiani all’Eurovision.

Sul fronte del rap probabilmente il più sanremese potrebbe essere il campano Rocco Hunt.

Tornato alla ribalta con i suoi ultimi singoli unisce un genere recentemente sdoganato all’Eurovision con dei ritornelli piuttosto pop molto orecchiabili.

Oppure potrebbe esserci un vincitore a sorpresa fra uno dei tanti giovani che recentemente si sono imposti all’attenzione del grande pubblico o che non hanno mai partecipato al festival come Sangiovanni, Fred De Palma, Aka 7even, Federico Rossi, B3N, Melancholia, Casadilego e molti altri.

Annalisa

Fra i cantanti che difficilmente parteciperanno nuovamente al Festival troviamo purtroppo Annalisa.

La cantante ligure è molto amata dagli eurofans che ogni anni sperano di vederla sul palco eurovisivo.

Le sue ballate e la sua verve interpretativa farebbero sicuramente conquistare all’Italia un grande risultato.

Difficile anche la partecipazione della lucana Arisa (nata a Genova) che finalmente coronerebbe il suo sogno di calcare il palco eurovisivo desiderato fin dal 2014 quando vinse Sanremo.

Le sue ballate sentimentali e la sua sentita interpretazione potrebbero benissimo fare breccia sui giurati e sul pubblico europeo.

Ovviamente ribadiamo che queste sono solo alcune considerazioni nella lunga attesa di conoscere la lista ufficiale dei Campioni che parteciperanno al prossimo Festival di Sanremo 2022.