I georgiani Circus Mircus I Circus Mircus pubblicano “Lock me in”

La data prevista per pubblicare la loro “Lock me in” sarebbe stata domani ma i georgiani Circus Mircus anticipano i tempi e ce la fanno ascoltare oggi.

“Lock me in” è un up tempo funky con reminiscenze rock e un ritornello contagioso cantato in falsetto.

L’identità del gruppo è ancora un mistero, come del resto quella dei norvegesi Subwoolfer, ma c’è chi giura che dietro alla band ci sia Nika Kocharov & Young Georgian Lolitaz, i rappresentanti georgiani del 2016.

Il video del brano non è al momento disponibile in quanto, come dichiarato dal gruppo, è un segno di protesta contro la guerra in Ucraina.

Chi sono i Circus Mircus?

Il gruppo nasce a Tbilisi nel 2020 ed i suoi membri provengono da tre diverse accademie circensi locali.

“Eravamo i peggiori del corso e per questo siamo diventati amici…”, questo recita il loro biglietto da visita.

Il gruppo ha già realizzato una decina di video musicali per altrettante canzoni caratterizzate da un sound unico che unisce vari generi ognuno dei quali rappresenta le esperienze di vita dei suoi componenti.

La messa in scena sul palco del PalaOlimpico verrà curata da Emilia Sandkvist che collabora con la famosa Sacha Jean Baptiste.

Emilia ha già curato le entry georgiane del 2015 (Nina Sublatti), 2016 (Nika Kocharov & Young Georgian Lolitaz) e 2017 (Tamara Gachechiladze).

La Georgia gareggerà nella seconda semifinale del 12 Maggio.