MARO ha vinto il Festival da CançãoMARO ha vinto il Festival da Canção

MARO ha vinto il Festival da Canção 2022 e rappresenterà il Portogallo all’Eurovision Song Contest di Torino con “Saudade, saudade”.

“Saudade, saudade” è scritta dalla stessa MARO in collaborazione con John Blanda.

MARO, nome d’arte della 28enne Mariana Secca, è una cantautrice, produttrice e polistrumentista.

A 14 anni inizia a prendere lezioni di pianoforte e chitarra diplomandosi in seguito allo Berklee College di Boston.

Nel 2018 incide il suo primo album dal titolo “MARO vol. 1”.

Festival da Canção 2022

La finale della selezione nazionale portoghese va in onda dagli RTP Studio di Lisbona presentata da Filomena Cautela, Vasco Palmeirim e Inês Lopes Gonçalves che cura i collegamenti dalla Green Room.

Filomena Cautela ha presentato l’Eurovision Song Contest di Lisbona nel 2018.

Il vincitore viene deciso dal televoto per il 50% e da 7 giurie regionali per il restante 50% divise in:

  • Portogallo del Nord
  • Portogallo del Centro
  • Lisbona e Valle del Tago
  • Alentejo
  • Algarve
  • Madeira
  • Azzorre

Dopo un round di semifinali andate in onda Sabato 5 e Lunedì 7 Marzo, ecco i 10 qualificati per la serata conclusiva:

  • Aurea “Why?”
  • Diana Castro “Ginger Ale”
  • FF “Como é bom esperar alguém”
  • Inês Homem De Melo “Fome de viagem”
  • MARO “Saudade, saudade”
  • Milhanas “Corpo de mulher”
  • Os Quatro e Meia “Amanhã”
  • Pepperoni Passion “Código 30”
  • Pongo & Tristany “DÉGRÁ.DÊ”
  • SYRO “Ainda nos temos”

Inizia la gara

Pongo & Tristany “DÉGRÁ.DÊ”

Dall’unione di questi due stravaganti artisti è nato un brano veramente particolare e fuori da ogni canone eurovisivo.

Inizia Tristany con un canto che ricorda le classiche canzoni portoghesi prima di trasformarsi in un brano dal ritmo martellante e tribale rappato da Pongo e coadiuvato da una strana danza frenetica.

Sul palco non c’è un momento di pace, è un continuo vortice di suoni e luci.

Sicuramente una scelta rischiosa che allo stesso tempo potrebbe rivelarsi una carta vincente.

SYRO “Ainda nos temos”

Brano intenso ed emozionale cantato a gran voce che mette a nudo l’anima del cantante.

I suoni elettronici si fondono con un ritornello trascinante reso memorabile dall’interpretazione intensa e magnetica di SYRO.

Sicuramente fra i favoriti per la vittoria finale.

Milhanas “Corpo de mulher”

La ballata di Milhanas è dedicata alle donne e ricorda le tipiche nenie portoghesi con un lento crescendo nel finale.

La musica iniziale ricorda una famosa composizione del passato…

Ottima la sentita interpretazione.

Inês Homem De Melo “Fome de viagem”

La simpatica cantante ci fa viaggiare dall’Islanda all’Azerbaigian e dal Portogallo alla Russia, anche se forse in questo momento non è il caso…

Brano allegro e spiritoso ben interpretato con frasi in alcune lingue europee per dargli un tocco di internazionalità.

Sul finale anche un “Buongiorno principessa” chiaro tributo all’Italia.

Potrebbe essere la vincitrice a sorpresa.

Aurea “Why?”

La 34enne di Santiago Do Cacém Áurea Isabel Ramos De Sousa è sicuramente l’artista più nota in competizione con ben 7 album al suo attivo.

Nel 2011 e nel 2012 ha vinto l’MTV Europe Music Award al miglior artista portoghese.

La sua “Why?” è una delicata ballata in inglese che interpreta con intensità e che esplode nel finale.

Sicuramente la sua notorietà potrebbe essere una carta vincente.

Os Quatro e Meia “Amanhã”

Ancora una ballata questa volta cantata a più voci; molto orchestrale, si fa ascoltare piacevolmente ma nulla più.

La band ha già inciso due album di successo.

FF “Como é bom esperar alguém”

Terza ballata di fila e questa volta il genere è quello tipico della canzone pop portoghese.

Interpretazione drammatica e teatrale ben evidenziata dalla mimica facciale del cantante.

Diana Castro “Ginger Ale”

Finalmente un po’ di ritmo con l’ode alla birra di Gengibre.

La canzone è molto piacevole grazie al suo ritmo swingante e alla spiritosa interpretazione di Diana.

MARO “Saudade, saudade”

Nonostante il titolo sia portoghese, la canzone è cantata per metà in inglese.

Il ritmo è quello tipico delle ballate locali con annessi suoni folk.

Delicata e ben interpretata “Saudade, saudade” è una bella ballata molto intima con un ritornello coinvolgente ma forse un po’ troppo ripetitivo.

Sicuramente lei è una di quelle da battere per la vittoria finale.

Pepperoni Passion “Código 30”

La gara si chiude con un’entry demenziale; un mix di suoni rock sui quali la band rappa.

Piuttosto innocua, molti si chiedono come abbia fatto a superare le semifinali.

Gli ospiti

Nell’attesa dei risultati ci intrattengono alcuni ospiti:

  • Bateau Matou
  • Lura
  • Blaya
  • Sara Correia
  • The Black Mamba

Le votazioni

E finalmente arriva il momento fatidico… chi vincerà?

Iniziamo con le votazioni della giuria:

  1. MARO – “Saudade, saudade” 12 punti
  2. Diana Castro – “Ginger Ale” 10 punti
  3. Milhanas – “Corpo de Mulher” 8 punti
  4. Pongo & Tristany – “DÉGRÁ.DÊ” 7 punti
  5. Aurea – “Why?” 6 punti
  6. FF – “Como É Bom Esperar Alguém” 6 punti
  7. Os Quatro E Meia – “Amanhã” 4 punti
  8. SYRO – “Ainda Nos Temos” 3 punti
  9. Inês Homem de Melo – “Fome De Viagem” 2 punti
  10. Pepperoni Passion – “Código 30” 1 punto

Ed ora tocca al televoto che aggiunto dà il seguente risultato:

  1. MARO – “Saudade, saudade” 24 punti
  2. Os Quatro E Meia – “Amanhã” 14 punti
  3. FF – “Como É Bom Esperar Alguém” 14 punti
  4. Diana Castro – “Ginger Ale” 14 punti
  5. Aurea – “Why?” 11 punti
  6. Pongo & Tristany – “DÉGRÁ.DÊ” 10 punti
  7. Milhanas – “Corpo de Mulher” 10 punti
  8. Inês Homem de Melo – “Fome De Viagem” 9 punti
  9. SYRO – “Ainda Nos Temos” 9 punti
  10. Pepperoni Passion – “Código 30” 2 punti

Rappresenterà il Portogallo a Torino… MARO!