Al via le prove per la seconda semifinale
Foto@EBU/NathanReinds

Al via le prove per la seconda semifinale

Anche oggi a Torino la scaletta è fitta di impegni: al via le prove per la seconda semifinale di Giovedì 12 Maggio.

Sul fronte RAI tutto tace per quanto riguarda l’utilizzo del Sole cinetico al centro del palco.

Ancora una volta la parte a led resta bloccata sul retro causando nuovamente una valanga di critiche negative.

Molti affermano che il Sole risulta essere solamente una macchia nera sullo sfondo delle varie esibizioni.

Non è propriamente così ma lasciamoglielo credere…

Finlandia

Foto@EBU/NathanReinds

La giornata di prove odierna si apre con il rock della Finlandia e dei The Rasmus che con la loro “Jezebel” danno una bella scossa a luci e palco.

Contornati da sfere nere, la band sprigiona energia pura che verrà trasmessa sicuramente al pubblico presente e a quello casa.

Ottimo inizio!

Israele

Foto@EBU/NathanReinds

Di tutt’altro genere, ma sicuramente non da meno, la performance dell’israeliano Michael Ben David che con la sua “I.M.” che farà ballare tutto il Pala Olimpico.

Anche per Michael grande energia e sincronia nei movimenti con i suoi 4 ballerini.

Il Sole viene coperto da un pannello luminoso che scende dal soffitto.

Serbia

Foto@EBU/NathanReinds

Sale sul palco KONSTRAKTA  con il suo coro, la sua sedia e il suo catino lava mani per interpretare “In corpore sano”.

Molti si chiedono spiritosamente quante volte se le laverà facendo tutte le prove?

Ovviamente l’esibizione è perfetta e ipnotica come sempre; dall’inizio alla fine non si riesce a distogliere gli occhi dalla cantante e dal suo sguardo magnetico.

Azerbaigian

Foto@EBU/NathanReinds

Per la performance azera vengono portati sul palco degli spalti da stadio.

Su questi spalti Nadir Rustamli e il suo ballerino inscenano una complicata coreografia a specchio.

Il tutto risulta molto suggestivo e appassionante.

Georgia

Foto@EBU/NathanReinds

Arriva la band dei georgiani Circus Mircus che possiamo benissimo definire steampunk.

La loro presentazione è molto colorata e dinamica appositamente creata per seguire il ritmo contagioso della loro “Lock me in”.

Malta

Foto@EBU/NathanReinds

Bellissima come mai, la nostra Emma Muscat, sì nostra perché la conosciamo tutti molto bene anche qui in Italia, illumina il palco solo con la sua presenza.

Giallo e oro sono sicuramente i colori che caratterizzano la sua performance.

Attorniata da 4 ballerini, inizia al pianoforte per poi spostarsi progressivamente sul piccolo palco anteriore.

Ottima la resa vocale.

San Marino

Foto@EBU/NathanReinds

Eccolo! E’ lui! Finalmente Achille Lauro sale sul palco per provare la sua “Stripper”.

Ci aspettiamo di tutto ed effettivamente non restiamo delusi.

Contornato da fuochi e fumi, Achille ci stupisce con i suoi outfit provocanti e quasi estremi.

Dalle calze a rete al boa di struzzo… ce n’è per tutti i gusti!

E che dire delle gabbie e del toro meccanico? Geniale!

Su lpalco c’è anche il fidato amico Boss Doms.

Australia

Foto@EBU/NathanReinds

Dopo Achille Lauro, ecco un altro artista che punta molto sul suo look estremo, l’australiano Sheldon Riley.

Per l’esibizione vengono montate sul palco delle scalinate sulle quali il cantante interpreta la sua “Not the same” a gran voce e con l’enorme vestito bianco, il suo copriviso e tutta la drammaticità che richiede la situazione.

Il Sole sullo sfondo riempie la scena perfettamente.

Cipro

Foto@EBU/NathanReinds

Lei è bellissima! Una Venere nel vero senso della parola perché interpreta la sua “Ela” dentro ad una conchiglia gigante attorniata dalle sue ballerine.

Il tutto in un modo molto elegante e per niente kitsch.

Il colori sono caldi e solari come la nazione che Andromache rappresenta, Cipro.

Un altra giornata di prove è scivolata senza nessun intoppo o problema di nessun genere.

I filmati delle prove odierne e delle conferenze stampa sono disponibili in esclusiva su Tik Tok, sulla pagina ufficiale di Eurovision.tv e sul sito RAI Play.